Oriana Galasso, la sexy coordinatrice imbarazza il Pd [FOTO]

Oriana Galasso, la sexy coordinatrice imbarazza il Pd [FOTO]
da in Donne
Ultimo aggiornamento:

    Ancora una volta vita privata e ruolo istituzionale entrano in collisione, creando uno strascico di polemiche. Protagonista della vicenda è Oriana Galasso, coordinatrice del Pd di Cornate d’Adda, paesino che si trova al confine tra le province di Monza e Bergamo. Il suo nome è salito agli onori della cronaca, non per eventuali meriti politici ma per una serie di scatti provocanti che la donna ha pubblicato sulla sua pagina Facebook. C’è già chi parla di sexy segretaria, e la vicenda sta facendo venire un gran mal di testa al Pd.

    Non c’entra nulla la questione morale, che pure qualcuno ha tirato in ballo, però è innegabile che un certo imbarazzo al partito le fotografie lo stanno creando. Proprio quando si cerca di tirare fuori la politica da una certa immagine creata da anni di gestione “libertina” del potere, Oriana Galasso ha fatto infuriare i più puritani, che forse però farebbero meglio a concentrarsi su altri episodi ben più clamorosi (vogliamo citare come esempio la candidatura di famose pornostar alla poltrona di sindaco in diverse città).

    Il vero problema è che Oriana Galasso, 42 anni portati davvero bene, quando ha postato le fotografie su Facebook non ha prestato attenzione ai filtri, rendendo disponibili gli oltre 60 scatti a chiunque arrivasse sulla sua pagina, amici o non. Prima che si rendesse conto dell’errore la notizia aveva già fatto il giro del web giungendo alle orecchie dei suoi concittadini e costringendola a cancellare tutto minacciando peraltro querele.

    Come sempre l’opinione pubblica si è divisa tra chi plaude alle foto e chi tira in ballo la necessità di un profilo più basso per chi è esposto a livello politico.

    Lei da parte sua non si pente delle sue scelte e difende quegli scatti che poi non mostrano nulla più di un lato sensuale ed ammiccante: “Ho fatto quegli scatti solo per divertimento, ho passato un bel pomeriggio con un’amica facendo una cosa diversa dal solito. Ironica e per niente volgare. Non ho alcun motivo di pentirmi per quello che ho fatto, ma ci tengo al Partito democratico e mi piacerebbe candidarmi alle prossime elezioni, non voglio vada tutto in fumo”. Purtroppo per lei, però, occasioni come queste sono troppo ghiotte per avversari e soliti speculatori, che già parlano di bunga bunga in salsa Pd. Esagerazioni che non stanno né in cielo né in terra.

    400

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Donne
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI