NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Messico, Natalia Juarez candidata in topless sui manifesti [FOTO]

Messico, Natalia Juarez candidata in topless sui manifesti [FOTO]
da in Donne
    Messico, Natalia Juarez candidata in topless sui manifesti [FOTO]

    La campagna elettorale in Messico si tinge di rosso. Per una volta non stiamo parlando del sangue che scorre a fiumi a causa dei cartelli della droga, ma delle tinte rosso osé, quelle scelte da Natalia Juarez, candidata al parlamento. Una donna come tante che sceglie di posare in topless (casto e coperto, ma pur sempre topless) sul manifesto elettorale, accompagnata da altre donne comuni. Il senso? Provocare e cercare di svegliare l’elettorato dal torpore, portandoli alle urne per cambiare la società.

    Natalia Juarez è una signora di 34 anni che di professione insegna filosofia dell’università di Guadalajara. Ha deciso di scendere in campo nello Stato di Jalisco presentando la candidatura a deputata nelle fila del Partito Rivoluzionario Democratico (Prd), di palese ispirazione socialista. Pugno in alto nella migliore tradizione rivoluzionaria e l’altro braccio a coprire il seno, questo il biglietto da visita di Natalia, che però sta facendo molto discutere.

    Le critiche, inevitabili davanti ad una scelta del genere, vengono anche da sinistra. Molti si chiedono se l’idea di rivoluzione sociale sia compatibile con lo stereotipo della donna nuda propinato dalla pubblicità, ma lei risponde ad ogni accusa affermando che è sua intenzione puntare su una “campagna provocatoria, diversa e priva di pregiudizi”. Sfatare il nudo delle donne normali al tempo stesso cercando attirare l’attenzione degli elettori.

    Il Messico, travolto dalla violenza dei cartelli della droga, andrà alle urne il 1 luglio sia per votare le presidenziali sia per l’elezione di 128 senatori, 500 rappresentanti della Camera bassa e 641 sindaci. La scelta di Natalia è ancora più rischiosa perché portata avanti in una della aree più conservatrici del Paese, attualmente governato dal Partito di Azione Nazionale di destra, che ha in mano anche il governo centrale. Lei comunque non si arrende, nonostante critiche e minacce, e anzi rilancia, promettendo che le sue prossime immagini della campagna saranno ancora più polemiche.

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Donne
    PIÙ POPOLARI