Le scene di sesso più strane della storia del cinema [VIDEO & FOTO]

Le scene di sesso più strane della storia del cinema [VIDEO & FOTO]
da in Donne
Ultimo aggiornamento: Venerdì 03/07/2015 17:14

    Howard e il destino del mondo 1986

    Quali sono le scene di sesso più strane dei film? Le scene d’amore sono ormai diventate un elemento fondamentale della costruzione narrativa dei film di Hollywood (e non solo, si pensi a Nymphomaniac di Lars Von Trier). I corpi degli attori stretti nell’abbraccio passionale del sesso servono a un duplice scopo: alzare il tasso di coinvolgimento del pubblico e, se possibile, fare scandalo fornire pubblicità gratuita. Non sempre, però, il gioco funziona, a causa della natura del film o per errori di scrittura. Il risultato, in casi del genere, è quello che trovate in questo articolo, ovvero le scene di sesso più strane del cinema. A partire da quella tra una donna e… un papero! Proseguite la lettura…

    HOWARD E IL DESTINO DEL MONDO (1986)

    Il papero alieno Howard viene trascinato, suo malgrado, sul pianeta Terra. Qui incontra la bella Beverly Switzler (interpretata da Lea Thompson), che si offre di aiutarlo a tornare a casa. La cosa peggiore, però, è che tra i due nasce un sentimento che rischia di andare oltre l’amicizia. In una scena di (quasi) sesso, Beverly si mostra pronta ad entrare nel fantastico mondo dell’amore con i paperi umanoidi. Le penne si rizzano e le mani corrono libere, ma per fortuna il rapporto non viene consumato.

    AMERICAN PIE (1999)

    Un classico dei film per adolescenti made in USA, American Pie ci ha regalato molte scene memorabili (in senso negativo, per lo più). Tra queste non possiamo non citare il momento in cui Jim Levenstein (Jason Biggs), classico ragazzone imbranato con le donne, decide di provare sensazioni calde ed emozionanti infilando il suo gingillo in una torta di mele appena sfornata. Dovrà poi giustificare quello strano buco al centro, con effetti esilaranti.

    SPECIE MORTALE (1995)

    Sil è nata dalla combinazione di Dna umano e un gene alieno, che assume le sembianze di Natasha Henstridge, top model che, all’epoca del film, aveva solo 21 anni. Sensuale e letale in eguale misura, riesce a far perdere la testa a Stephen, da lei giudicato il partner ideale per la riproduzione. Avete mai fatto sesso con un’aliena? Nel film le scene d’amore sono numerose, tutte da brividi (nonostante il corpo di Natasha bene in vista).

    CLERKS (1996)

    Uno dei film cult per eccellenza degli anni ’90, Clerks racconta una giornata tipo della vita di Dante, un commesso della periferia americana. A un certo punto la sua ex ragazza lo cerca per fare l’amore con lui e si reca alla toilette, convinta che lui sia lì. In realtà dentro c’è un uomo appena morto e la ragazza finisce per fare sesso con un cadavere fresco fresco. Definizione di politicamente scorretto.

    CLERKS II (2006)

    Il regista Kevin Smith, con il secondo episodio delle avventure di Dante e Randal, ha voluto alzare il tito. Così, dopo il momento di passione tra una ragazza e un cadavere, troviamo qui le mirabolanti imprese di ‘Kinky Kelly and the Sexy Stud’. Solo che Kinky Kelly non è una sensuale attrice a luci rosse ma un asino voglioso e sexy stud si traduce qui con omone in posizione supina e senza mutande.

    IL CIGNO NERO (2010)

    Un film con Mila Kunis e Natalie Portman non poteva che regalare gioie al pubblico maschile, nonostante una trama in bilico tra dramma e horror. Le scene conturbanti non mancano di certo, ma su tutte spicca quella in cui Nina Sayers (Natalie Portman) prende sul serio il consiglio della sua maestra di danza, ovvero esplorare i limiti della sua sessualità con una sana dose di fantasioso fai da te. E lei riesce ad avere un rapporto sessuale con un cuscino… un cuscino molto fortunato aggiungiamo noi!

    AUSTIN POWERS – LA SPIA CHE CI PROVAVA (1999)

    Poteva mancare l’agente super segreto Austin Powers in questa galleria di stranezze? Per fortuna il film di Mike Myers, tra le tante chicche, ci ha regalato anche una scena d’amore memorabile tra un uomo e un robot. Quella che era Vanessa Kensington (Elizabeth Hurley, protagonista del primo Austin Powers) si rivela essere ora un temibile robot femmina. Poco male, perché il mojo di Austin non conosce limiti.

    LA CASA (1981)

    Il cult horror che ha lanciato la carriera di Sam Raimi è un concentrato di quanto di meglio il cinema di genere poteva offrire negli anni ’80, con un budget pari a zero. Tra citazioni del Necronomicon e possessioni demoniache, c’è spazio anche per una scena da brividi, quella dello stupro di Cheryl ad opera dei rami di un albero in cui alberga il male assoluto.

    FENICOTTERI ROSA (1972)

    Pink Flamingos è un film di John Waters, maestro del cinema trash che ci ha regalato ‘capolavori’ come Mondo Trasho e La signora ammazzatutti. Fenicotteri Rosa viene considerato da molti il vero manifesto del cinema trash, e si capisce il perché dalla scena che mostra la drag queen Divine alle prese con un momento di intimità con un pollo. Nella sua discesa verso il disgusto totale, Divine avrebbe fatto rizzare i peli alla PETA ai giorni nostri.

    GENERAZIONE PROTEUS (1977)

    La fantascienza ci ha regalato spesso interpretazioni surreali del sesso, come nel caso di Demon Seed di Donald Cammell, dove un supercomputer riesce a sviluppare una volontà propria e concentra le sue attenzioni sulla bella Susan (Julie Christie). La donna viene ripetutamente posseduta e violentata dal computer, che riesce a penetrare nella sua mente e a metterla incinta attraverso sue cellule modificate.

    Sfoglia la gallery!

    Un clic sull’immagine per sfogliare la gallery delle scene di sesso più strane della storia del cinema!

    1161