NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Le 5 donne che hanno ucciso il marito, i casi più famosi

Le 5 donne che hanno ucciso il marito, i casi più famosi
da in Donne
Ultimo aggiornamento: Martedì 28/02/2017 09:09

    Patrizia Reggiani a passeggio in via Montenapoleone a Milano

    Avete presente 5 donne che hanno ucciso il marito? Anche se la cronaca nera pullula di tragici episodi di uxoricidio, esistono anche donne che sono balzate agli onori della cronaca per essere state tutt’altro che vittime. La storia della cronaca mondiale menziona casi di donne che hanno ucciso anche più di un marito! Spesso le ragioni sono economiche, tuttavia in alcune storie il movente è la disperazione. Scopriamo i casi più famosi di donne che hanno ucciso il marito.

    Francia: Hollande concede la grazia a Jacqueline, la donna che uccise il marito incestuoso

    Jacqueline Sauvage fu condannata a 10 anni di prigione per aver ucciso il marito, dopo aver sopportato quasi mezzo secolo di violenze, di soprusi e abusi sessuali, consumatisi entro le mura domestiche. Un omicidio non per ‘scopro di lucro’, un assassinio per disperazione, per tutela della propria incolumità, per troppo tempo messa a repentaglio. Nonostante le evidenti attenuanti la donna è stata incarcerata: lo scorso dicembre, a seguito di un’importante mobilitazione del popolo francese, ha ricevuto la grazia definitiva. Ora, Jacqueline è finalmente libera, dal suo aguzzino e dal carcere.

    Patrizia Reggiani si dedica allo shopping in via della Spiga a Milano

    Patrizia Reggiani era stata condannata a 26 anni di carcere, per l’omicidio del marito, Maurizio Gucci: nel 1995, l’uomo fu ucciso con 3 colpi di pistola alla nuca, nel cuore di Milano, in via Palestro. Insieme alla Liz Taylor della griffe, come venne soprannominata la Reggiani per la sua somiglianza con la celebre attrice, viene condannata a 19 anni per concorso in omicidio, Pina Auriemma, maga e regista dell’omicidio, nonché amica della Reggiani (la mandante del delitto) e i due esecutori materiali dell’omicidio. Ora, la Reggiani, dopo 17 anni di carcere e altri di affidamento ai servizi sociali, è tornata a essere una donna libera.

    Laura Taroni

    Uno dei casi di mogli assassine più recenti è quello di Laura Taroni, infermiera di un ospedale di Varese: con la complicità di Leonardo Cazzaniga, medico con cui lavorava e aveva una relazione extra coniugale, ha portato il marito sul letto di morte tramite una lunga e agghiacciante agonia. La donna è accusata di aver commesso diversi altri omicidi: è stata arrestata e i figli sono stati affidati alle cure degli assistenti sociali. Laura Taroni ha lentamente ucciso il marito, facendogli credere di essere malato di diabete: Cazzaniga falsificava i referti medici dell’uomo, mentre lei gli somministrava i farmaci per curare la patologia inesistente, ma che poco alla volta lo hanno portato alla morte. Laura Taroni potrebbe rientrare tra le donne più crudeli della storia.

    Stacey Castor

    Stacey Castor, nata il 24 luglio 1967, fu soprannominata dai media ‘The Black Widow’, ovvero ‘Vedova nera’: fu giudicata colpevole nel 2009, di aver intenzionalmente avvelenato suo marito David Castor con l’antigelo. Inoltre, nel 2007, tentò di uccidere sua figlia, Ashley Wallace, con alcune pillole mescolate con della vodka e del succo d’arancia. Ma non finisce qui: si sospettò che Stacey avesse ucciso anche il primo marito, Michael Wallace, nel 2000. La beffa è che la sua tomba si trova vicina a quella di David Castor… La donna uccise entrambi gli uomini per meri motivi economici: il suo obiettivo erano le assicurazioni sulle vite e le proprietà. Fu condannata a 51 anni di carcere.

    chisako kakehi

    Un’altra ‘vedova nera’ è Chisako Kakehi: è stata accusata di aver ucciso il quarto marito col cianuro, ma c’è il sospetto che abbia ucciso tutti e 5 gli uomini che hanno fatto parte della sua vita. Anche in questo caso le ragioni degli omicidi sono di tipo economico: Chisako puntava agli averi dei suoi compagni, ovvero 7 milioni di dollari in totale, un enorme patrimonio che dilapidò in una serie di investimeti sbagliati. La donna si è sempre dichiarata innocente, nonostante i mariti fossero stati scelti tramite agenzie matrimoniali, a cui si era rivolta con la richiesta di un ‘partner’ più anziano, ricco, senza figli e solo… Le donne serial killer come Chisako incutono un terrore senza eguali.

    1031

    PIÙ POPOLARI