Jayne Mansfield: l’eterna rivale di Marylin Monroe [FOTO]

Jayne Mansfield: l’eterna rivale di Marylin Monroe [FOTO]
da in Donne
Ultimo aggiornamento:

    La bionda ed esplosiva Jayne Mansfield rivaleggiò con Marilyn Monroe nel mestiere di attrice, e per le sue forme da pin up divenne molto famosa intorno agli anni ’50 del novecento. Nonostante avesse un quoziente d’intelligenza più elevato di Einstein (162 contro 160), fosse abile nel parlare cinque lingue, e capace di suonare il violino e il pianoforte, non era apprezzata per le sue capacità intellettuali. Il suo pubblico, infatti, la seguiva nei night club per ammirare la sua sensuale e prorompente bellezza. Un incidente stradale pose fine alla luce della femme fatale, nel 1967, ma da allora è rimasta nel cuore di molti.

    La sex symbol di Hollywood conosciuta con il nome di Jayne Mansfield si chiamava in realtà Vera Jayne Palmer, e nacque il 19 aprile 1933 in Pennsylvania, Stati Uniti. A tre anni perse il padre, si trasferì poi con la madre – convolata nel frattempo a nuove nozze – in Texas, e nel 1950, all’età di 16 anni, si sposò con Paul Mansfield.

    La sua carriera nel mondo dello spettacolo subì un arresto perchè mise al mondo Jayne Marie Mansfield, sua figlia, ma quattro anni più tardi, dal 1954 cominciò finalmente ad apparire nei primi film: L’adescatrice (Female Jungle), La baia dell’inferno, Tempo di furore e Voi assassini (1955), e poi Gangster cerca moglie, Fermata per dodici ore, La bionda esplosiva, Gli amori di Ercole.

    Jayne Mansfield 1

    La pin up, però non riuscì pienamente ad ottenere il successo sperato a Hollywood: dopo aver recitato in ruoli importanti in alcune grandi produzioni, accettò anche ruoli in film indipendenti e commedie a basso costo, molti dei quali girati in Europa. Divenne poi una diva acclamatissima nei nightclub.

    Quando nel 1957 la Paramount organizzò un gran galà di star, le due maggiorate Sofia Loren e Jayne Mansfield si ritrovarono sedute allo stesso tavolo. Questa famosa foto scattata da Joe Shere ha fatto il giro del mondo, e dopo tanti anni, è la stessa Loren che in occasione di una intervista a Entertainment Weekly, ha raccontato un aneddoto che spiega meglio l’espressione dell’attrice italiana ripresa con lo sguardo fisso sui seni della bionda Jayne.

    Loren Mansfield

    Arrivando venne dritta verso il mio tavolo e si sedette. Ed era praticamente… Insomma, guardate la foto.

    Dove sono i miei occhi? Sto fissando i suoi capezzoli con il terrore che caschino nel mio piatto, puoi vedere la paura sulla mia faccia. Sono preoccupata che tutto nel suo vestito stia per esplodere e caschi sul tavolo‘.

    Si dice che in seguito a quella serata e al chiacchiericcio del gossip del periodo, concentrato sui capezzoli della bionda Jayne, Richard Blackwell, lo stilista che si occupava di vestire la Mansfield, decise di toglierla dalla lista clienti in quanto difficile da gestire.

    La sua vita privata fu molto turbolenta, si sposò tre volte, con Paul Mansfield (con cui ebbe Jayne-Marie), Miklós Hargitay (con cui ebbe Miklós Jeffrey, Zoltan Anthony e Mariska Magdolina, e con Matt Cimber (con il quale ebbe Antonio Raphael Ottaviano. Ma ebbe anche molti amanti, e non meraviglia vista la sua fama di focosa e insaziabile.

    Jayne Mansfield 22

    Vera Jayne Palmer morì tragicamente alla fine di giugno 1967, in un incidente stradale. Alla guida dell’auto che andò a schiantarsi con il veicolo che la precedeva c’era Sam Brody, avvocato che stava seguendo il divorzio della diva, con cui aveva una relazione. Dietro, seduti, c’erano tre figli dell’attrice, che fortunatamente rimasero solo feriti. Jayne Mansfield riposa al Fairview Cemetery, a Pen Argyl, in Pennsylvania.

    663

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Donne Ultimo aggiornamento: Lunedì 10/11/2014 16:43
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI