Donna senza veli in tram: l’opera d’arte di Milo Moiré [VIDEO]

Donna senza veli in tram: l’opera d’arte di Milo Moiré [VIDEO]
da in Donne
Ultimo aggiornamento:

    Una donna che gira per tram e metropolitana senza veli può essere considerata un’opera d’arte? Secondo Milo Moiré, autore del video provocatorio che sta facendo il giro del web, la risposta è positiva. Certo, tutti noi consideriamo il corpo femminile la più grande opera d’arte che sia mai stata creata nell’universo, ma forse l’artista tedesco ha preso la faccenda un po’ troppo alla lettera. Il risultato è un filmato di quasi 5 minuti che mostra una bellissima modella mentre vaga, senza vestiti e senza vergogna alcuna, per le strade della città di Dusseldorf, in Germania. Ecco a voi una installazione vivente, opera geniale o futile provocazione fine a se stessa?

    L’arte contemporanea è spesso popolata da artisti oscuri e incomprensibili, che nascondono dietro gesti eclatanti un vuoto artistico spaventoso. Prima di giudicare un’opera, però, è bene capire quali sono le intenzioni dell’autore, anche se per l’opera chiamata Script System sono piuttosto evidenti. L’artista svizzero Milo Moiré, peraltro non nuovo a scelte azzardate, punta a sconvolgere ciò che è considerato ordinario, in questo caso specifico l’abitudine di viaggiare con i mezzi pubblici. Una routine spezzata dalla presenza anomala di una donna nuda; per dirla con le parole dell’artista, utilizzate per commentare la performance: “La nudità diventa lo scudo contro gli stereotipi e fa diventare invisibile l’artista“.

    Qualcuno potrebbe obiettare che di artistico c’è ben poco in una trovata del genere, ma Moiré punta il dito sul corpo della donna, stereotipo per eccellenza utilizzato sempre più spesso nella pubblicità e nei prodotti culturali (si pensi ai film). Per rompere l’ordinario, l’artista ha scritto sulla pelle della modella indicando la posizione in cui si dovrebbero trovare gli indumenti, invisibili però all’occhio degli spettatori. Spettatori che, nel caso della succosa anteprima tedesca, sono i passeggeri di tram e metropolitana, piuttosto interessati dalla comparsa improvvisa di un corpo bellissimo.

    Un plauso alla modella, che è riuscita a girare con grande nonchalance offrendosi senza filtri allo sguardo indagatore. Cosa non si farebbe nel nome dell’arte.

    365

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Donne
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI