Bree Olson si spoglia per Naked for Kony 2012: è subito polemica [VIDEO]

da , il

    Cosa succede se una diva del cinema a luci rosse come Bree Olson si spoglia per supportare la protesta contro Joseph Kony, leader in Uganda di un esercito di bambini-soldati? Succede che si crea un polverone di polemiche. Il video in questione si intitola Naked for Kony 2012, riferimento al documentario Stop Kony 2012 diretto dal regista Jason Russell, anche lui finito protagonista di un caso giudiziario. Sembra la trama di un film di spionaggio, e invece è pura realtà.

    Partiamo dal principio: Jason Russell, co-fondatore dell’associazione per l’Uganda Invisible Children, decide di girare un documentario per portare agli occhi di tutti la tragica situazione dei bambini costretti a combattere nella Lord’s Resistance Army, il cui leader è Joseph Kony. Da oltre vent’anni questo gruppo paramilitare rapisce bambini per trasformarli in soldati senza alcun pietà. Stop Kony 2012 diventa subito una bandiera nelle mani dei pacifistici, non fosse che poi Russell viene beccato in strada completamente nudo mentre compie atti osceni. Diagnosi: esaurimento nervoso. Questo non gli evita le manette.

    Bree Olson (conosciuta anche come Bree Olsen) è una ragazza di 26 anni che viene da una famiglia ucraina; i suoi nonni si conobbero durante la Seconda Guerra Mondiale, quando entrambi vennero deportati in un campo di concentramento. Con le tragedie famigliari ha quindi una certa dimestichezza, anche se agli occhi di tutti è più famosa come pluri-premiata attrice porno e fidanzata di Charlie Sheen in quei momenti di baldoria che hanno affossato la sua carriera. Naked for Kony 2012 è il suo video di supporto alla campagna per fermare il generale ugandese, ed alterna scene del documentario con momenti in cui lei è in bikini e poi completamente nuda.

    I maligni sostengono che l’operazione sia stata creata ad arte per strumentalizzare tutto quel che è accaduto per farsi un po’ di pubblicità gratuita. La sua versione è però diversa, ed è affidata alle parole che lei stessa pronuncia nel video in questione: “State vedendo un video di me in bikini alternato alle immagini che mostrano cosa ha fatto Joseph Kony in Uganda. Li ho messi insieme perché credo che un po’ di zucchero possa aiutare a mandare giù la pillola”.