Speciale Natale

Alison Gold, Shush Up: popstar scandalo a 11 anni [VIDEO]

Alison Gold, Shush Up: popstar scandalo a 11 anni [VIDEO]
da in Donne
Ultimo aggiornamento:

    Abiti succinti, pose provocanti, testi con doppi sensi a sfondo sessuale: non stiamo parlando dell’ultima trovata di Miley Cyrus ma del video Shush Up di Alison Gold, la ‘nuova rivelazione’ del pop a stelle e strisce. L’ennesima aspirante artista che cerca la sua strada attraverso l’immagine più che la sostanza? Certo, ma con un piccolo particolare in più: Alison Gold ha solo 11 anni, un’età dell’innocenza che ha fatto gridare allo scandalo. La bambina (perché di questo si tratta) nel video incriminato non esita a mostrare il corpo, spinta evidentemente dai produttori che si nascondono dietro il suo lancio. Trovata trash oppure operazione vergognosa?

    Negli Stati Uniti sono concordi nel considerare il nuovo video di Alison Gold inaccettabile per una ragazzina di 11 anni. Alla sua età dovrebbe giocare ancora con le bambole e vivere amori candidi e innocenti, di certo non vestirsi come una prostituta e gesticolare in modo provocante. Questo il tono dei commenti, che variano in un arco che congiunge due estremi: trovata trash da un lato e istigazione alla pedofilia dall’altro. La verità è nel mezzo, nel senso che il video di Shush Up è effettivamente orribile, pessimo sia come trovata ironica sia come clip di lancio di una presunta artista. Come sia venuta ai produttori un’idea così balorda è un mistero, ma di certo la pubblicità ottenuta non vale il gioco. Anche perché non è escluso che qualche giudice si muova sul sentiero di guerra contro l’operazione.

    Pensare che Alison Gold aveva fatto il suo esordio nel mondo della musica nel 2013, sulla scia delle tante baby-star che popolano il mercato, con un video ridicolo ma per nulla offensivo.

    La sua hit Chinese Food (sua per modo di dire, visto che lei si limita a cantare… anche male) ha raggiunto con facilità quota 14 milioni di visualizzazioni su YouTube, portando a paragoni stimolanti con Rebecca Black. Vi ricordate la ragazzina che cantava Friday, giudicato il brano più brutto della storia? Bene, Alison Gold poteva addirittura superarla con l’epopea del cibo cinese, ma per lei i produttori avevano altri progetti. Ecco nascere così Shush Up, brano inascoltabile che scimmiotta l’ultima Britney Spears, accompagnato da un video che si ispira agli eccessi di Lady Gaga.

    Se addosso alla Germanotta i panni di provocatrice funzionano alla perfezione, spostati su una bambina di 11 anni ottengono l’effetto opposto. Il video potrebbe far ridere per quanto è brutto, non fosse per le continue offese al buon gusto e alla decenza. Twerking, bikini, tutine attillate, trucco da prostituta e persino una sedia elettrica… in Shush Up c’è di tutto di più, tanto che un quotidiano lo ha subito ribattezzato ‘il video più offensivo di tutti i tempi‘. Da bambina innocente a pietra dello scandalo in cinque minuti scarsi: chi lo sa cosa ne pensa Alison Gold di questa sua fulminante carriera!

    488

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Donne

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI