Vendere la moglie: i casi più clamorosi

Vendere la moglie: i casi più clamorosi
da in News, Notizie Curiose
Ultimo aggiornamento: Giovedì 30/10/2014 12:28

    Moglie in vendita

    Vendere la moglie è una pratica ancora attuata, persino nel civile Occidente. ‘Vendesi moglie in ottimo stato di conservazione’: non si tratta di una battuta di cattivo gusto ma di un vero annuncio comparso qualche tempo fa su un sito di aste del Brasile. La vendita della consorte era stata necessaria, secondo l’inserzionista, per pagare alcuni debiti contratti dalla coppia. Appena possibile, comunque, il marito avrebbe cercato di ricomprare la donna. Una storia surreale che racconta di una pratica antica come il mondo, che affonda le sue radici nella compravendita degli schiavi e che, ancora oggi, si ripropone sulle pagine della cronaca. A metà tra commedia dell’assurdo e tragedia.

    E’ POSSIBILE ACQUISTARE UNA DONNA, OGGI?

    Chi compra moglie

    Chi pensa che mettere sul mercato un essere umano sia atto degno della peggiore barbarie dovrebbe forse riflettere sul fatto che anche nei civilissimi tempi moderni la pratica è tutt’altro che scomparsa. Alla domanda se sia possibile acquistare una donna ai nostri giorni, la risposta è sì. Ancora oggi in alcune società comprare una donna per farla diventare la propria moglie è consuetudine accettata sia dall’acquirente sia dalla famiglia della futura sposa (un po’ meno dalla diretta interessata, quasi sempre giovane e destinata a un vecchio). In questo articolo ci riferiamo però, in senso più stretto, al cosiddetto ‘wife selling‘, ovvero quando un marito decide di liberarsi della consorte cercando di rifilarla a qualche altro uomo.

    CHI SONO GLI ACQUIRENTI?

    wife-selling

    Anche per rispondere a questa domanda dobbiamo tornare ai tempi antichi per capire da dove deriva l’idea che una donna possa essere scambiata come al fantacalcio. Tempi in cui il divorzio non esisteva e l’ingegno serviva a colmare il vuoto legislativo. Antica Roma, America Latina, Africa ed estremo Oriente, non esiste periodo storico o area del globo dove non siano stati registrati casi (spesso clamorosi) di vendita della moglie. Ancora a inizio 1800 l’artista Thomas Rowlandson creava un’opera dal titolo ‘Selling a wife’, che lascia davvero ben poco all’immaginazione. Quello che, scherzi a parte, risulta ben evidente, è che la schiavitù esiste ancor oggi: ha le sue aree di raccolta, le sue vie di transito e le sue relazioni nel mondo civile. Chi vuole vendere la moglie, spesso si rivolge a questi mercati paralleli.

    UN CASO IN INDIA: 105 EURO PER UNA DONNA

    Vendita di moglie in India

    Venendo ai giorni nostri, la cronaca è piena di casi che possiamo raccontare, spesso ai limiti del grottesco. Andiamo in India, dove le donne stanno avendo parecchi problemi (i casi di violenza sessuale non si contano più): tale Medula Rajender, un operaio di 42 anni con la dipendenza da alcool, nel 2012 ha svenduto la moglie Medula Ammayi, 36 anni, al migliore offerente. Il tutto per una cifra poco superiore ai 105 euro. Cose che nel ‘civile occidente’ non potrebbero mai succedere? Non proprio.

    PROVA A VENDERE LA MOGLIE PER 3MILA EURO: ARRESTATO

    Vende la moglie, arrestato

    Accade in Italia, a Bolzano, dove un uomo di origine albanese ha tentato di vendere la moglie per 3mila euro, ed è stato arrestato dai carabinieri per estorsione e sfruttamento della prostituzione ai danni della moglie, sua connazionale. La donna, stufa di vivere in questa situazione, aveva lasciato il marito per un nomade connazionale. L’uomo, per lasciare la donna al nuovo fidanzato, aveva preteso la somma di 3mila euro, come saldo dell’acquisto. La donna, però, con il nuovo compagno, ha deciso di sporgere denuncia, e gli uomini dell’Arma hanno arrestato il 31enne insieme a due complici, accusandolo, appunto, di estorsione e sfruttamento della prostituzione. (V.G.)

    MOGLIE BUGIARDA IN VENDITA IN INGHILTERRA

    moglie bugiarda

    In Inghilterra un distinto signore di 44 anni di nome Paul Osborn, dopo aver scoperto che la 24enne moglie Sharon lo tradiva con il suo capo, ha deciso di inserire un annuncio su eBay per mettere all’asta la fedifraga. Il titolo è chiaro e netto: “Vendo al miglior offerente moglie bugiarda e traditrice“. Detto fatto, in poche ore il prezzo è salito dalla base di 0,01 cents fino a 500 sterline e solo l’intervento della polizia ha fermato la vendetta virtuale.

    MACELLAIO VENDE LA MOGLIE A PEZZI

    Macellaio fa a pezzi la moglie

    Il caso più incredibile arriva però dall’Egitto, dove un macellaio ha letteralmente fatto a pezzi la moglie dopo una lite, vendendo poi il corpo a tranci e spacciandolo per agnello locale. Certo, si tratta di una vendita particolare, ma che ha comunque fruttato 27 euro al chilo al marito geloso. Non che potrà mai usarli visto che ora è in carcere. Voi avete mai scovato qualche notizia curiosa di moglie messa in vendita?

    1011