Usa, Batman vuole aiutare la polizia: arrestato [FOTO]

Usa, Batman vuole aiutare la polizia: arrestato [FOTO]
da in News, Notizie Curiose, Batman
    Usa, Batman vuole aiutare la polizia: arrestato [FOTO]

    Lui si chiama Mark ‘Wayne’ Williams e il suo sogno è diventare Batman: c’era una volta un tempo in cui i supereroi in calzamaglia esistevano solo nelle pagine di comics come Batman e Superman. Quelli erano altri tempi, prima che Mark Millar ci raccontasse la storia di Kick-Ass, adolescente nerd che decide di indossare il costume per combattere il crimine di strada e crearsi quella vita di successi che nella realtà non aveva. Il tutto con l’aiuto di Internet e, soprattutto, Facebook e YouTube. La storia del Batman del Michigan è molto simile nelle premesse.

    Mark Williams è un ragazzone di 33 anni di Petoskey, nel Michigan, con una passione per Batman (da cui quel Wayne scelto come secondo nome). Un giorno decide che, se succede nei fumetti, allora anche nel mondo reale una persona può indossare un costume e scendere in strada per lottare con le piccole ingiustizie di tutti i giorni. Niente mafia o grandi corporazioni criminali, il Batman di Petoskey vuole solo aiutare la polizia nel risolvere i casi di quotidiana criminalità.

    Eccolo quindi arrivare sulla scena di un incidente stradale, proprio nel momento in cui la polizia sta cercando prove per rintracciare l’automobilista fuggito dopo lo scontro. La buona volontà c’è tutta, ma il Batman con vestito fatto in casa, alla fine è stato arrestato per aver intralciato le forze dell’ordine nello svolgimento di una indagine. Questo dimostra che non c’è proprio rispetto per i supereroi, proprio come nelle storie a fumetti, in cui Batman ha contro anche la polizia di Gotham, potendo contare però sull’appoggio del commissario Gordon.

    La storia, a sentire i racconti degli agenti, assume anche contorni surreali: “Si è messo ad intralciare il nostro lavoro – ha detto l’ufficiale Jeff Gorno al Petoskey News Review – Diceva che voleva aiutarci a rintracciare l’autista, noi avevamo anche una unità cinofila ma il cane si distraeva inseguendo Batman e non riusciva a fiutare alcuna traccia”. Il cavaliere oscuro è stato quindi tratto in arresto, ma una volta in centrale si è scoperto che non era neanche la prima volta che Mark Williams veniva beccato sul fatto.

    Già nel mese di maggio, infatti, era stato trovato sul tetto di un negozio dalla volante della polizia accorsa in risposta a una telefonata di emergenza. Una donna spaventata aveva avvertito gli agenti che c’era un uomo vestito con mantello e calzamaglia sul tetto, e quando la polizia lo ha fermato gli ha trovato addosso un bastone, spray urticante e dei guanti pieni di sabbia. In galera per qualche ora ma pur sempre eroe, e così Batman ha trovato migliaia di sostenitori in rete, con una pagina Facebook piena di commenti entusiasti. Il peso delle responsabilità dell’eroe.

    Williams ha recentemente esternato la sua frustrazione sui social network, dove ha scritto: “A volte vorrei non preoccuparmi così tanto delle persone, o almeno vivere in una città più grande per combattere i criminali”.

    512

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie CurioseBatman
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI