Tsunami Giappone ripreso dall’interno di un’auto: video shock

Tsunami Giappone ripreso dall’interno di un’auto: video shock
da in News, Giappone
    Tsunami Giappone ripreso dall’interno di un’auto: video shock

    Sono passati ormai più di tre mesi da quando un terremoto devastante ha colpito le coste del Giappone l’11 marzo 2011, provocando danni ingenti e causando uno tsunami che ha sommerso intere cittadine con le sue onde alte più di 10 metri. Giorni di paura da cui il Paese ancora deve riprendersi del tutto.

    Mentre la conta dei dispersi e dei caduti stenta a concludersi, l’argomento che più è passato nell’opinione pubblica è senza dubbio quello del nucleare (anche da noi, visto che abbiamo anche avuto un referendum apposito), ma molti dimenticano che i danni più ingenti a breve termine sono stati causati proprio dallo tsunami.

    A distanza di mesi, la polizia giapponese ha reso pubblico un nuovo, incredibile video che illustra nel migliore dei modi la furia delle acque che si sono abbattute sulle case, sulle auto e sulla gente impegnata tranquillamente nelle faccende quotidiane. Un video ripreso da una telecamera interna di un’auto.

    Il video ha subito fatto il giro del mondo, riportando in vita quelle ferite che stentano a rimarginarsi nella popolazione giapponese, e rendendo evidente il disastro anche a chi non si fosse convinto guardando foto e video resi pubblici nei giorni del disastro. Il video risale proprio all’11 marzo 2011, quando lo tsunami si è abbattuto sulle coste del Giappone.

    Il protagonista della vicenda, che pure non vediamo mai nelle immagini, è Yu Muroga, impiegato di una compagnia che stava effettuando delle consegne con l’auto aziendale, fornita di una telecamera HD montata a bordo e installata a fini assicurativi per determinare la dinamica di eventuali incidenti o furti. La telecamera si trova però ad essere testimone di ben altro avvenimento.

    Dalle immagini si vede benissimo l’arrivo dell’onda dalla sinistra delle auto in fila. I momenti che seguono sono tesi e tragici, con le auto che vengono sbalzate e sollevate da terra. I conducenti più svelti riescono subito a lasciare il veicolo, ma si vedono comunque anche persone intrappolate nell’abitacolo delle vetture in balia dell’onda killer.

    Yu Muroga sarà tra coloro che alla fine si salveranno per miracolo prima che l’auto venga inghiottita dalla marea di fango e acqua. Auto poi recuperata, così come le oltre sette ore di riprese della sua telecamera, rese pubbliche dalle forze dell’ordine. Per non dimenticare.

    631

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsGiappone
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI