Tremonti su Brunetta: “un cretino” (video)

Tremonti su Brunetta: “un cretino” (video)
da in News, Politica

    Per chi ancora non fosse convinto che la politica (e ancor più in specifico il governo) sia tutta una barzelletta, ecco arrivare l’ennesima conferma, da parte di due ministri dell’attuale governo di centro destra, durante una presentazione ufficiale e importante. I due eroi del giorno sono Giulio Tremonti e Renato Brunetta.

    La sede del grande evento è il ministero dell’Economia in via XX Settembre, dove Giulio Tremoni, titolare del suddetto ministero, sta presentando alla stampa la manovra economica del governo appena firmata dal presidente della Repubblica. Tremonti ha appena finito di parlare, e lascia la parola ai suoi colleghi.

    Colleghi che devono illustrare le parti della manovra inerenti alle loro competenze, e quindi uno dei discorsi più attesi è proprio quello di Brunetta, che però pare proprio non piacere ai suoi colleghi, visto che lo stesso Tremonti ad un certo punto lo apostrofa sottovoce con un fuori-onda da antologia: “E’ un cretino”.

    Brunetta come al solito parla della pubblica amministrazione, che sembra essere un chiodo fisso per lui, ma non per i colleghi che gli siedono accanto, e che evidentemente non ce la fanno più a sentir parlare sempre delle stesse cose.

    Tremonti, poi, critica nel merito le sue parole, definendole, nei sussurri captati da Repubblica, “il tipico intervento suicida” e aggiungendo appunto che è “proprio… è proprio un cretino”.

    Tremonti confabula con il ragioniere generale dello Stato, Mario Canzio, e i toni più che polemici sono proprio sarcastici. Il ragioniere rincara la dose: “Anche perché in una manovra di 34 miliardi e nove, il pubblico impiego è a 0,6… è inutile che gliene parli, no?”, e Tremonti sbotta “Eh, ma deve parlare!”.

    Interviene anche il capo di gabinetto del ministero Vincenzo Fortunato, che dall’altro lato di Tremonti lancia un “È un massacro”, cui si sente rispondere “Devo dirlo?”. La perla delle perle, però, arriva alla fine del video, quando Tremonti si rivolge a Maurizio Sacconi: “Maurizio, è scemo eh?”, e lui chiosa come nelle migliori commedie “Io non lo seguo neppure”. Si tratta delle Comiche o di un governo?

    Foto AP/LaPresse

    376

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsPolitica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI