Terremoto in Italia, le teorie del complotto: dai Maya a Haarp

Terremoto in Italia, le teorie del complotto: dai Maya a Haarp
http://www.qnm.it/wp-content/uploads/2012/05/Haarp-terremoto.jpg

Haarp terremoto

Non bastassero i danni materiali e psicologici provocati dal terremoto, regolarmente ogni volta che un sisma colpisce l’Italia ci ritroviamo a fare i conti con le teorie più fantasiose. Perché un terremoto, per i fanatici dell’apocalisse o del complotto, non può mai essere un fenomeno geologico ma nasconde sempre e comunque qualche verità oscura. Non ha fatto eccezione il terremoto che ha colpito l’Emilia Romagna, al centro di un acceso dibattito sulla natura delle scosse e sulla loro causa. Vediamo quali sono quelle che riscuotono più successo.

Apocalisse Maya: non partire senza citare i Maya, veri protagonisti della superstizione nel 2012, tirati in ballo praticamente ogni volta che accade qualcosa di grave o imprevisto. Il terremoto, devastante e improvviso, rientra alla perfezione nel novero dei segni dell’apocalisse che a dicembre dovrebbe distruggere il mondo intero. Già il 20 maggio, dopo le prime scosse, Red Ronnie aveva tirato in ballo il calendario Maya e gli allineamenti planetari tra la Terra, alcuni pianeti del sistema solare e le Pleiadi. Tutto previsto, insomma, in una escalation destinata a porre fine al genere umano.

Fracking e complotto delle multinazionali: ovviamente nei giorni post-terremoto sul web è stato tutto un fiorire di ipotesi. La più fantasiosa è quella fantapolitica del complotto delle multinazionali, portata avanti con tanto di video su YouTube. Secondo questa teoria il terremoto in Emilia sarebbe stato provocato dalle “prospezioni geologiche condotte nel sottosuolo dove vengono fatte brillare delle cariche alla ricerca di idrocarburi. Il governo di Mario Monti ha stipulato un accordo con multinazionali texane per queste prospezioni”. Si tira in ballo il fenomeno del fracking (fratturazione), che consiste nell’immissione di un fluido in uno strato roccioso per creare un varco e aumentare così l’estrazione e il tasso di recupero del petrolio e del gas naturale contenuti nel giacimento. Viene da chiedersi dove siano tutti questi barili di petrolio in Pianura Padana.

Beppe Grillo e la prevedibilità dei terremoti: non poteva mancare all’appello la verve polemica di Beppe Grillo, che però non invoca le multinazionali come suo solito, ma si limita a far sue le tesi di Giampaolo Giuliani sulla possibile prevedibilità dei terremoti. Lo studioso afferma infatti di poter prevedere le scosse con almeno 24 ore di anticipo, leggendo il Radon, teoria mai provata dai fatti e comunque respinta all’unanimità dalla comunità scientifica. Se i terremoti sono prevedibili, perché non ha dato l’allarme? Il terremoto farebbe parte di una più complessa strategia della tensione?

Haarp e gli Stati Uniti: in una teoria del complotto che si rispetti devono essere per forza implicati gli Stati Uniti, e infatti ecco arrivare all’indomani del sisma l’ipotesi che sia tutta colpa di Washington e dei suoi progetti top secret. Haarp è una installazione utilizzata per la ricerca scientifica sugli strati alti dell’atmosfera e della ionosfera e la ricerca sulle comunicazioni radio per uso militare. In realtà però sarebbe una struttura segreta (non troppo, visto che pare ne siano tutti a conoscenza) approntata dagli USA in Alaska e in grado di influenzare la stabilità del pianeta attraverso onde elettromagnetiche, scatenando quindi terremoti a comando. Uno scenario alla 007 che, ovviamente, non è dimostrato da alcuna prova scientifica. Anzi, l’assenza di prove viene vista dai teorici del complotto come conferma della sua esistenza. Perché l’Emilia Romagna, allora? Perché è una regione “rossa”?

Segui QNM

588

Pubblicato da Mario Bello il 31/05/2012 in: Attualità

Leggi di più : Maya, terremoto

COMMENTI ()
Sondaggio della settimana

Come vendicarsi di una ex?

Vota
Loading ... Loading ...

© 2008-2014 QNM, tutti i diritti riservati - Trilud S.p.A. - P.iva: 13300290155. Privacy

|Redazione

| Contattaci

| Pubblicità su QNM

| Google+

rss

QNM, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08