Stacie Halas, prof di scienze cacciata per i film a luci rosse [FOTO]

Stacie Halas, prof di scienze cacciata per i film a luci rosse [FOTO]
da in News
Ultimo aggiornamento:

    Trova la sua degna conclusione la vicenda che vede protagonista la bella Stacie Halas, professoressa di scienze di giorno e diva degli spettacolini a luci rosse in webcam di notte. Una passione decisamente remunerativa che si è trasformata prima in un secondo lavoro e oggi rischia di diventare l’unica occupazione, visto che il licenziamento pare vicino. Spogliarsi le consentiva di intascare tanti bei dollari ma alla fine l’ha esposta alla pubblica accusa. Merito di alcuni studenti che si sono imbattuti nel suo alter ego Tiffany Six durante le loro sessioni hard.

    Non solo webcam, comunque, perché andando a spulciare il curriculum di Tiffany Six si è scoperta una discreta quantità di produzioni professionali. Film per adulti di quelli duri e puri, in pratica il sogno di ogni liceale che si realizza: vedere la bella professoressa di scienze impegnata in evoluzioni sessuali.

    Chi di noi non ha avuto ai bei vecchi tempi una cotta per una professoressa? Questa storia ci dimostra che le prof maialine non esistono soltanto nei film di Pierino e soci ma anche nella realtà.

    Stacie Halas, 31 anni, insegnava alla Richard B Haydock Intermediate School di Oxnard, ma quando gli alunni l’hanno scoperta in rete la voce si è diffusa con tale velocità da giungere alle orecchie dei dirigenti scolastici. Da lì è scoppiato lo scandalo, la donna è stata posta sul banco degli imputati e prontamente sospesa, in attesa di decisioni in merito ad un probabile licenziamento. Per informarsi sulla vicenda i “poveri” dirigenti sono stati costretti a verificare di persona la presenza di tali video, confermando che Stacie Halas e Tiffany Six sono la stessa persona.

    Il sovrintendente del distretto scolastico di Oxnard School Jeff Chancer ha precisato che un impiegato della scuola l’ha riconosciuta in uno dei video incriminati: “Forse non è un reato per quanto riguarda il codice penale ma siamo convinti che è un crimine in quanto a depravazione”. Una reazione forse esagerata, cui è seguita una lettera inviata a tutti i genitori con la sollecitazione a tenere alta la sorveglianza in merito al contenuto della navigazione web dei propri figli. E’ infatti scattata la caccia al filmato della bella professoressa, titoli immortali come Tiffany Six mostra le sue gambe incredibilmente calde.

    376

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI