NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sole in 3D: immagini e video dalla Nasa

Sole in 3D: immagini e video dalla Nasa
da in Astronomia, News, Scienze e Misteri, Nasa
Ultimo aggiornamento:

    Se qualcuno ancora avesse dei dubbi sulla forma del Sole, un documento video e fotografico messo in rete dalla Nasa nelle ultime ore servirà a sfatare ogni dubbio: il Sole è sferico. Niente di nuovo, direte voi, e invece no, perché per la prima volta abbiamo un video della stella ripresa in 3D. Il tutto grazie al progetto STEREO.

    Il progetto STEREO, che sta per Solar Terrestrial Relations Observatory, è iniziato nell’ormai lontano 2006, con il lancio in orbita di due sonde gemelle, con il nome in codice Ahead e Behind a sottolineare la posizione specifica di ognuna di esse. In pratica le due sonde gemelle si sono stabilizzate in posizione contrapposta di 180°, in modo da riuscire ad ottenere una visione complessiva della stella.

    Il risultato è un video che fotografa in maniera stereoscopica l’attività del Sole e la sua superficie. Da qui la conferma a quanto scienziati e astronomi avevano finora soltanto potuto supporre: il Sole è un corpo celeste di forma sferica.

    Le due sonde soltanto da poco sono riuscite a stabilizzarsi in orbite opposte, ed ecco perché solo ora la Nasa è riuscita a fotografare in maniera così precisa il corpo solare.

    La rotazione delle due sonde, che inviavano i dati elaborati al centro di controllo, ha permesso così di avere delle simultanee della totalità della stella (che, per chi non lo sapesse, è la più luminosa del nostro sistema solare).

    La finalità ultima del progetto non è certo solamente quella di permetterci di ammirare il Sole in tre dimensioni, perché con questo sistema di sonde gemelle sarà possibile da oggi in poi monitorare con certezza quello che succede sulla superficie del Sole, e quindi tenere controllate le famose macchie solari e l’attività elettromagnetica della stella.

    Una delle applicazioni più concrete, ad esempio, potrebbe essere effettuare una sorta di previsione delle attività “meteo” del Sole, in grado di avvertire dell’arrivo di eventuali tempeste solari, fenomeno capace di causare un blackout totale delle nostre telecomunicazioni. Ma basta parole, ora lasciamo il palco alle immagini.

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AstronomiaNewsScienze e MisteriNasa
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI