Si traveste da manichino per spiare le donne in bagno

da , il

    Si traveste da manichino per spiare le donne in bagno

    Apriamo anche per oggi la pagina dedicata alla notizia assurda di sana perversione. In un mondo perfetto notizie come questa otterrebbe a mani basse la prima pagina dei giornali più importanti, ma purtroppo non viviamo in un mondo perfetto. Per vostra fortuna ci siamo noi a parlarvi di questo genio del male.

    Il protagonista si chiama Joel Hardman, ha 22 anni, vive in un paesino vicino Birmingham e di professione fa lo studente. Nel tempo libero, però, ha un hobby molto particolare, che consiste nel travestirsi da manichino e starsene lì impalato nel bagno delle donne dei centri commerciali a spiare le sventurate signore locali.

    Un piano studiato alla perfezione, con l’esclusione di un piccolissimo particolare: cosa mai dovrebbe farci un manichino in una toilette? Questa è la domanda che le donne avrebbero dovuto porre a se stesse (o al massimo agli inservienti), ma che evidentemente per qualche giorno non hanno fatto.

    Fatto sta che il buon Joel ha potuto agire indisturbato per qualche tempo, favorito da un travestimento ai limiti del maniacale, con tanto di maschera e parrucca a nascondere completamente il suo aspetto. Il quotidiano Birmingham Mail ha diffuso la notizia tra lo stupore generale di quante credevano alla genuinità di quel manichino.

    Il piano infallibile è stato sventato quando il non troppo furbo Joel si è fatto beccare da un passante mentre entrava nel bagno delle donne, già vestito di tutto punto e con cellulare in pugno pronto a rubare scatti preziosi. Pare che, all’arrivo della polizia abbia pronunciato queste parole da premio Oscar: “Si, sono stato un po’ strano”.

    Mandato davanti al giudice, Joel ha ammesso di provare soddisfazione a livello fisico per ogni cosa che accade nella toilette delle donne. Proprio tutto, e infatti nel suo cellulare sono state trovate tre foto di piedi, ripresi da sotto la parete divisoria del bagno, e un filmato audio in cui si sente solo il rumore dello scarico.

    Insomma, appare evidente che alla fine il bottino di Joel è stato piuttosto magro, e anche per questo è stato rilasciato su cauzione, ma con il preciso divieto di avvicinarsi di nuovo alle aree dedicate alle donne nei luoghi pubblici. Chi lo sa cosa inventerà ora per continuare con questo suo particolare hobby.

    Foto da giopuo