NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Sepolta viva dal fidanzato, si salva grazie all’anello

Sepolta viva dal fidanzato, si salva grazie all’anello
da in News
    Sepolta viva dal fidanzato, si salva grazie all’anello

    Potrebbe sembrare una scena in pieno stile Quentin Tarantino e invece è un fatto realmente accaduto. La protagonista di questa incredibile vicenda si chiama Michelina Lewandowska, ha 27 anni e pur avendo origini polacche si trovava in Gran Bretagna quando tutto è successo: la ragazza è stata sepolta viva dal suo fidanzato ma è riuscita a salvarsi.

    Una coppia che tutti hanno sempre descritto come felice, eppure qualcosa che non andava doveva esserci se lui, Marcin Kasprzak di 25 anni, un bel giorno ha deciso di uccidere la compagna in una maniera crudele e sadica. Considerando che i due hanno anche un bambino di tre anni, la vicenda appare ancora più drammatica.

    Per fortuna una volta tanto parliamo di una vicenda di violenza a lieto fine. Tutto è accaduto lo scorso maggio 2011, quando Marcin Kasprzak ha colpito e immobilizzato la madre di suo figlio Michelina Lewandowska con una pistola taser, di quelle utilizzate dalla polizia per calmare i criminali.

    Poi, approfittando dell’aiuto di un amico, anche lui con qualche serio problema mentale per partecipare ad un’impresa del genere, ha legato la fidanzata con un nastro adesivo e l’ha rinchiusa in una scatola di cartone. I due hanno quindi caricato la donna e l’hanno seppellita ancora viva in un bosco dello Yorkshire, vicino alla loro casa.

    La storia è venuta fuori solo oggi perché Marcin è stato riconosciuto colpevole di tentato omicidio da una giuria di Leeds e il 13 gennaio 2012 conoscerà l’entità della sua condanna, che si prevede comunque molto pesante, vista anche l’aggravante del movente futile e dei metodi sadici utilizzati. Volete conoscere il movente? “Lei mi annoiava”, queste le parole dell’uomo in aula.

    Poi Marcin ha anche provato a giustificarsi dicendo che il suo era solo un tentativo di spaventarla, ma alla fine la donna è riuscita a salvarsi solo grazie ad un’enorme forza di volontà e all’anello di fidanzamento, usato per scavare quei 10 centimetri di terriccio e foglie secche che rischiavano di diventare la sua tomba. Proprio vero che la disperazione a volte riesce a raddoppiare la forza di una persona. Forza d’animo e fisica.

    Foto AP/LaPresse

    376

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News
    PIÙ POPOLARI