Rochelle Harris, la donna con le larve di mosca quasi nel cervello

Rochelle Harris, la donna con le larve di mosca quasi nel cervello
da in News, Notizie Curiose

    Larve di mosca che nascono e crescono nel cranio facendosi strada lentamente verso il cervello tra atroci dolori della ‘vittima’. Sembra la trama di un film horror particolarmente inquietante e invece è la vera storia di Rochelle Harris, 27enne britannica del Derby. La ragazza ha raccontato la sua incredibile storia durante una puntata della nuova serie di Discovery Channel intitolata Bugs, Bites and Parasites. L’argomento, come evidente, sono proprio gli insetti e i parassiti, così piccoli eppure spesso così letali per gli esseri umani. Come dimostra la storia della giovane Rochelle.

    Tutto ha avuto inizio quando la ragazza è tornata da una vacanza in Perù e, dopo pochi giorni, ha iniziato ad essere soggetta a forti mal di testa. Un problema che è andato avanti per qualche tempo, finché oltre ai dolori ha iniziato a sentire anche strani rumori provenienti dalla sua testa. I presupposti per una storia di possessione o di follia improvvisa c’erano tutti, e invece Rochelle Harris ha scoperto come la realtà possa essere ben più disgustosa della fantasia. Merito dei medici che l’hanno presa in cura, i quali, dopo una serie di approfonditi esami clinici, hanno scoperto un ‘contorto groviglio di larve‘ nel condotto uditivo. Una famiglia frutto di una mosca del nuovo mondo (Cochliomyia) che, penetrata nell’orecchio della donna, aveva deposto la sua progenie per poi fuggire in volo.

    Il risultato è che, quando le uova si sono dischiuse, una dozzina di larve si è trovata nel canale uditivo della ragazza, affamata e in cerca della libertà. I medici hanno scoperto quindi che le larve hanno scavato un buco profondo 12 millimetri nella carne della donna, in direzione cervello. Se non fossero intervenuti subito, le larve di mosca avrebbero raggiunto il cervello con rischi di emorragia interna e paralisi del volto. La buona sorte ha invece voluto che non abbia riportato alcun danno neanche ai padiglioni auricolari o ai vasi sanguigni, prima della pronta rimozione degli esseri dal suo corpo. Dopo vari tentativi i medici sono stati costretti ad operare chirurgicamente per rimuovere le decine di larve che si stavano sviluppando. Un evento raro e disturbante, che fa seguito a quello della donna che aveva nel cervello una colonia di ragni. Ce n’è abbastanza per provocare brividi di terrore lungo la schiena.

    411

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiose
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI