NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Roberta Lombardi chiede consigli: ironia su Facebook [FOTO]

Roberta Lombardi chiede consigli: ironia su Facebook [FOTO]
da in News, Politica

    Roberta Lombardi, capogruppo del Movimento 5 Stelle alla Camera dei Deputati, è una di quelle persone che attirano per natura gli strali del popolo della rete. Fin dalla sua elezione, ha inanellato una serie di uscite infelici e di commenti a dir poco imbarazzanti, che hanno scatenato la reazione proprio del web e dei social network (tanto osannati dai grillini). L’ultima in ordine di tempo riguarda un appello lanciato via Facebook per la perdita del portafoglio (forse rubato), che all’interno conteneva le ricevute per i rimborsi delle spese da parlamentare. Un appello chiuso con una richiesta di consigli sul da farsi, che si è trasformato in un meme nel giro di poche ore. Il tono è di scherno aperto, anche perché la Lombardi non è certo simpatica agli utenti della rete.

    Per capire l’atteggiamento astioso bisogna rileggere il percorso ricco di uscite infelici di Roberta Lombardi, da quando è diventata capogruppo. A titolo di esempio ricordiamo le situazioni che seguono, che l’hanno portata all’attenzione dei media nel recente passato: appena eletta, se ne esce con l’ormai celebre frase di elogio del fascismo e del bene che ha fatto all’Italia; non solo, perché poche ore dopo commenta l’articolo 18 definendolo ‘una aberrazione’ e, come se non bastasse, prende di mira il presidente della Repubblica Napolitano invitandolo a togliersi dai piedi e a dedicarsi al mestiere di nonno. Non va meglio neanche ai suoi colleghi di partito, come ricorda bene il capogruppo al Senato, Vito Crimi, gelato da un gesto sprezzante dopo che l’aveva chiamata onorevole. Insomma, non certo Miss Simpatia, ma dietro l’ironia sul portafoglio si nasconde qualcosa di più.

    La cosa che irrita è che, secondo i più, esiste un evidente secondo fine in quella richiesta di consiglio. Secondo questa teoria, la Lombardi non vuole sapere cosa fare per denunciare la scomparsa del portafogli ma, in realtà, capire se e come sia possibile ottenere comunque il rimborso spese pur non avendo più le ricevute a testimonianza. La grillina dei tagli agli stipendi e dal lauto stipendio che si dispera per 250 euro di mancati rimborsi per ristoranti, bar, taxi e caffè. La domanda lanciata nell’etere si è subito guadagnata un hastag trend su Twitter (#portafoglia5stelle) e il titolo di post più stupido dell’anno, oltre a una cascata di commenti spesso molto sprezzanti come “Vuole farsi rimborsare senza ricevute? Chieda consiglio a Formigoni” oppure “Rubato il portafoglio della Lombardi, tra le ipotesi più accreditate quella di un ladro troll“. Qualcuno ha persino chiesto la restituzione del proprio voto al Movimento 5 Stelle e il ritorno del vecchio presidente della Camera (“aridatece Fini“).

    Che cosa devo fare? Il quesito amletico ha fornito lo spunto per una lunga sequenza di risposte di ogni tipo, da “Dimettiti” a “Guarda nella tasca di Bersani“, da “Vai a casa a fare il bucato” a “Sentiamo i saggi” passando per “Vai a lavorare” a “Organizza le rimborsiadi“. Inoltre, come detto, ha dato vita a una simpatica pagina su Facebook (Roberta Lombardi chiede alla GGGente cosa fare) in cui la Lombardi chiede consigli su tutto, dalla cucina al poker passando per la cura del corpo o i piccoli gesti della vita quotidiana. Una cosa è certa, il rinnovamento promosso dai grilli per ora si è concretizzato in una sola formula: se prima la politica faceva solo piangere, adesso a volte può anche scatenare una grossa risata.

    587

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsPolitica
    PIÙ POPOLARI