Referendum 2011, quorum raggiunto: ironia sul Pdl (video e foto)

Referendum 2011, quorum raggiunto: ironia sul Pdl (video e foto)
da in News, Politica

    Il referendum di giugno 2011 si è trasformato, oltre ogni più rosea aspettativa, in un trionfo di quanti si sono battuti per far raggiungere il quorum ai quattro quesiti così importanti per il futuro del nostro Paese. Ad uscirne sconfitto, ancora una volta dopo le elezioni amministrative, è il governo, con il Pdl in prima linea.

    Il 54,8% degli aventi diritto si è recato alle urne per esprimere la propria opinione sui quesiti referendari (privatizzazione dell’acqua, legittimo impedimento e ritorno all’energia nucleare), ed il risultato è stato netto e senza alcuna possibilità di equivoco: il 95% si è espresso con un bel si all’abrogazione delle norme introdotte nel 2010.

    Ovviamente la gioia per un risultato di questa portata non poteva non scatenare gli utenti di Internet, che si sono lanciati in una vera e propria gara di ironia, prendendo in giro il governo e il suo leader Silvio Berlusconi, che ormai sono diventati come la classica Croce Rossa, su cui è troppo facile (ma dannatamente divertente) sparare.

    In rete ormai si sprecano i video dedicati al raggiungimento del quorum e alle reazioni all’interno del Pdl. La fantasia, ancora una volta, vola a briglia sciolta, regalandoci alcune perle davvero notevoli. Come lo spezzone del film L’aereo più pazzo del mondo, riletto in chiave Pdl, con i passeggeri di ritorno da Antigua, dove sono stati ospiti del premier, che vengono avvertiti della vittoria del Si. In un attimo si scatena il panico.

    Molto divertente poi anche il filmato che unisce abilmente immagini delle persone in piazza in attesa dei risultati e scene di un film con Alberto Sordi. All’annuncio del raggiungimento del quorum, si vede la gente in festa, poi alcuni rappresentanti del governo (il focus è su Bossi) che vengono apostrofati dal comico romano con un sonoro “Ve ne dovete annà“.

    Il mondo del calcio, pur preso da problemi molto seri, non poteva certo mancare nella fiera dell’ironia, e allora in rete c’è chi ha trovato il video adatto a commentare la situazione: si tratta della celebre scenetta di Francesco Totti al termine di uno Juventus – Roma del 2004, quando il pupone fa il gesto del “quattro pappine e a casa”. Le stesse quattro pappine prese dal governo con i risultati referendari.

    In fatto di scenette rimaste nella storia, non poteva non essere ripescata anche la scena entrata nella storia del cinema di Frankenstein Jr., geniale film di Mel Brooks del 1974: si tratta della scena in cui lo scienziato, interpretato da Gene Wilder, si rende conto che riuscirà a riportare la sua creazione in vita. La frase, resa poi celebre da Obama, è “Si può fare!”. Insomma anche Frankenstein Jr. è contento per la vittoria.

    Chiudiamo infine con Geppi Cucciari, uno dei comici più validi usciti da Zelig negli ultimi anni. Intervenuta durante la trasmissione di La7 condotta da Mentana per commentare in diretta lo spoglio delle schede, Geppi ha dato vita ad un siparietto davvero divertente, partendo dai veri motivi della vittoria del Si: le parole illuminanti di Celentano ad Annozero e la paura di una centrale nucleare in Vaticano del Papa. Tutto da vedere.

    1566

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsPolitica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI