Polonia, spot elettorale a base di metal estremo: video cult

Polonia, spot elettorale a base di metal estremo: video cult
da in News, Politica

    Quando si entra nel periodo della campagna elettorale, ogni cittadino è pronto a sorbirsi una lunga sequela di messaggi tutti uguali, di promesse lanciate attraverso spot e cartelloni, di facce sempre identiche e sempre poco credibili. In Polonia, il buon Jedrzej Wijas ha voluto porre fine a tutto questo.

    Si tratta di un ragazzo di 34 anni, uno dei candidati per il partito democratico polacco alle prossime elezioni del 9 ottobre 2011. Per attirare l’attenzione dei suoi coetanei e in generale delle fasce più giovani dell’elettorato, ha deciso di costruire un video in cui il messaggio venisse trasmesso attraverso la musica.

    Niente opera o musica classica, e neanche il pop, perché Jedrzej ci va giù pesante, facendosi accompagnare da una band di death metal, branca estrema dell’heavy metal a base di chitarre ribassate e voce gutturale (in gergo growl). Neanche a dirlo, in men che non si dica il suo spot elettorale è diventato un cult su Internet.

    L’idea è senza dubbio originale, e se anche il risultato finale non è dei più brillanti, al giovane candidato va dato comunque il merito di aver osato, cercando di avvicinare il linguaggio della politica a quello della musica (il metal estremo trova proprio in Polonia uno dei suoi mercati più forti).

    Il messaggio urlato da Jedrzej è semplice ed efficace: “I miei obiettivi sono un governo laico, una vita dignitosa, libertà per tutti”. Il tutto viene però amplificato dall’energia della band alle sue spalle, dura e pura come nella migliore iconografia del rock duro.

    Meno di un minuto e il messaggio è passato alla grande, facendo peraltro del candidato un idolo della rete.

    Aldilà della stranezza dello spot, resta comunque il fatto che in Polonia la politica stia cercando di avvicinarsi all’elettorato, anche abbassando notevolmente l’età dei suoi rappresentanti. In Italia non solo difficilmente riusciamo a vedere politici così giovani (a meno che non siano belle e prestanti donne asservite al politico di turno), ma pare addirittura impossibile che si possa creare uno spot così fresco e divertente.

    366

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsPolitica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI