Perpetual Ocean, video Nasa: correnti oceaniche come Van Gogh

da , il

    Avreste mai pensato che le correnti oceaniche viste dallo spazio potessero somigliare alle pennellate di un dipinto di Vincent Van Gogh? Surreale ma vero, come dimostra un video messo in rete dalla Nasa, che in pochi giorni è diventato già un cult da migliaia di visualizzazioni. Realizzato dallo studio di visualizzazione scientifica del Goddard Space Flight Center del Maryland, begli Stati Uniti, il video è il frutto di un montaggio di immagini riprese dal satellite nel corso di 30 mesi di ricerche.

    Quelle che si vedono nel filmato, davvero poetico e affascinante, sono le correnti oceaniche di superficie di tutto il pianeta Terra, combinate come fossero spirali di Van Gogh. Il tutto è reso ancora più magico dalla totale assenza di narrazione o voci che spiegano quel che c’è su schermo. Ad accompagnare lo spettacolo troviamo infatti soltanto un sottofondo musicale. Il risultato è davvero da brividi: il filmato ricorda in maniera impressionante il dipinto Notte stellata realizzato da Van Gogh nel 1889.

    Il video, come riferisce il sito specializzato Popular Science, era stato concepito per il festival Siggraph, concorso dedicato alle tecnologie di computer animation. Purtroppo non ha vinto, ma sta trovando comunque nuova vita grazie ad Internet. Le immagini si riferiscono al periodo che va da giugno 2005 a dicembre 2007, e l’animazione è stata prodotta grazie a un modello ad alta definizione della Nasa e del Jet Propulsion Laboratory, noto con il nome in codice di ECCO2 (Estimating the Circulation and Climate of the Ocean, Phase II).

    Questo strumento di solito viene utilizzato per simulare i flussi oceanici a tutte le profondità, anche se in questo caso specifico come detto ci si è concentrati solamente sui flussi di superficie. Grazie a questo modello computazionale si possono osservare gli effetti di diverse correnti: possiamo riconoscere nelle immagini la corrente di Kuroshio, che è la seconda più grande al mondo, ma anche la corrente del Golfo. Insomma, un viaggio affascinante, inedito e una volta di più artistico.