Nebulosa Nord America: una fabbrica di stelle (video)

Nebulosa Nord America: una fabbrica di stelle (video)
da in Astronomia, News, Scienze e Misteri
Ultimo aggiornamento:
    Nebulosa Nord America: una fabbrica di stelle (video)

    Ancora immagini spettacolari vengono rilasciate dalla Nasa. Questa volta si tratta di scatti relativi alla Nebulosa Nord America, che si trova nella lontana costellazione del Cigno. Le riprese sono state effettuate dal telescopio Spitzer, nell’ambito di uno studio condotto da ricercatori guidati da Luisa Rebull del NASA’s Spitzer Science Center presso il California Institute of Technology.

    Lo studio ha consentito di approfondire le analisi sulla nebulosa Nord America (chiamata così perché il suo profilo ricorda quello del continente), grazie ad immagini agli infrarossi più profonde rispetto a quelle dei normali telescopi terrestri. Come spiega Luisa Rebull: “Una delle cose più affascinanti di questa immagine ottenuta con il telescopio spaziale Spitzer è l’enorme differenza rispetto a quella ripresa nell’ottico e la presenza di tantissime informazioni”.

    Quali sono queste informazioni? Innanzitutto è stato possibile visualizzare alcune zone prima nascoste allo sguardo dei telescopi, il che ha consentito una rivelazione incredibile: la nebulosa Nord America è una vera e propria “fabbrica” di stelle. Sarebbero ben duemila.

    La notizia ha ancora più importanza se si considera che prima gli studiosi avevano potuto contare soltanto duecento stelle in questa nebulosa, una cifra davvero irrisoria se si pensa ai risultati attuali. Il motivo della scarsità di informazioni in precedenza è molto semplice: le stelle più giovani si trovano di solito oscurate dai dischi di polvere, e quindi non sono visibili con un telescopio normale, a differenza di quanto può fare il telescopio spaziale Spitzer che riesce a penetrare queste regioni di formazione stellare.

    Le stelle visualizzate non si trovano tutte allo stesso stato, e quindi queste immagini consentono di evidenziare tutte le fasi di evoluzione di una stella, da quando è circondata dai dischi di polveri fino a quando è diventata adultao ed è circondata dai pianeti. A questo proposito, la responsabile del progetto ricorda: “Si tratta di una regione molto affollata, dove si vedono stelle ovunque nella nebulosa, che risulta contaminata dalla presenza di oggetti che non vi appartengono e che possiamo, però, facilmente eliminare grazie al telescopio Spitzer”.

    Il fascino di questa nebulosa non deriva soltanto dalla massiccia presenza di stelle, ma anche da alcuni elementi misteriosi. Ad esempio, non si conosce bene ancora la distanza che ci separa da essa, visto che finora sono state possibili solo delle stime (la più attendibile la da a 1800 anni-luce). Ancora più affascinante, poi, è il mistero delle fonti di radiazione responsabili della luminosità della nebulosa. In pratica si suppone che esistano delle stelle enormi, nascoste però in un punto preciso e offuscate alla nostra vista. Gli studiosi sperano di risolvere anche questi misteri al più presto.

    Foto AP/laPresse

    671

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AstronomiaNewsScienze e Misteri
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI