NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Nasa: 55 Cancri e, esopianeta che emette luce [VIDEO]

Nasa: 55 Cancri e, esopianeta che emette luce [VIDEO]
da in Astronomia, News, Scienze e Misteri, Nasa

    Alzare gli occhi verso il cielo stellato e immaginare altri mondi nello spazio infinito è attività consueta per tutti i sognatori terrestri. Oggi la Nasa aggiunge ulteriore tocco di fascino all’eterna questione “esistono altri pianeti potenzialmente vivibili?”. Per la prima volta gli astronomi sono infatti riusciti a registrare la luce proveniente da un pianeta “alieno”, ovvero 55 Cancri e, esopianeta che ruota intorno al pianeta Cancri 55. Una scoperta che gli esperti non esitano a definire storica.

    Innanzitutto chiariamo cos’è un esopianeta: si tratta di un pianeta extra-solare, cioè non appartenente al sistema solare, che orbita quindi intorno a una stella diversa dal Sole. Nello specifico 55 Cancri e, lontano 41 anni luce dalla Terra nella costellazione del Granchio, ruota intorno al pianeta 55 Cancri, da cui prende anche il nome, in sole 18 ore. Si tratta di un pianeta scoperto nel 2004 e classificato come una super-terra. Questo termine in realtà si riferisce alle dimensioni che sono circa il doppio di quelle del nostro mondo, e non alla possibilità che sia anche abitato.

    Nonostante questo, però, teoricamente le condizioni per lo sviluppo di forme di vita primitive ci sarebbero. 55 Cancri e fa parte di un sistema di 5 pianeti, ma rispetto agli altri mostra delle peculiarità, perché è ultra-denso (circa otto volte la Terra) e soprattutto passa molto vicino al suo sole, con un’orbita 26 volte più stretta di quella di Mercurio.

    Il pianeta è stato intercettato dal telescopio spaziale Spitzer della Nasa, che in passato ci aveva già regalato grandi emozioni. Il telescopio è riuscito a isolare per la prima volta la sua radiazione infrarossa.

    Fino ad oggi questi esopianeti venivano registrati studiando il cambiamento della luce della stella quando il pianeta le passa davanti, ma la Nasa ha puntato il telescopio fisso su 55 Cancri fino a quando non è riuscito a misurare quanta luce infrarossa viene emessa direttamente dal pianeta stesso, in corrispondenza dell’occultamento totale. “Isolare il calore emesso da 55 Cancri e da quello della sua stella è come captare quello di una sola candela tra 10mila altre”, ha commentato con entusiasmo Brice-Olivier Demory del MIT.

    Quindi è possibile la vita su 55 Cancri e? Anche se in teoria non si può escludere, bisogna considerare che la temperatura media supera i 2mila gradi, con un’escursione termica enorme, forse dovuta all’assenza di atmosfera (che in realtà c’è, ma è gassosa) e di venti. Analizzando però i dati raccolti da Spitzer, gli scienziati hanno ipotizzato che almeno 1/5 del pianeta sia composto di elementi più leggeri, tra cui l’acqua, che si troverebbe in superficie in uno stato supercritico tra il liquido e il gassoso. L’analisi sui dati continua, quindi aspettiamoci altre novità.

    465

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AstronomiaNewsScienze e MisteriNasa
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI