Museo dell’erotismo: a Varsavia l’arte proibita (foto)

Museo dell’erotismo: a Varsavia l’arte proibita (foto)
da in News, Notizie Curiose

    Gli artisti fin dall’alba dei tempi hanno mostrato una predilezione particolare per le tematiche erotiche. Che si tratti di pittura, scultura, mosaici e così via, la storia dell’uomo è piena di esempi di arte dedicata ai temi più intimi, e neanche i grandi nomi che oggi noi studiamo si sono sottratti a questa passione. Tanto da meritare un museo apposito.

    Il problema è che, mentre ad esempio all’epoca dell’antica Roma (ma anche molto più indietro nel tempo) l’erotismo era pienamente accettato come parte integrante della vita, da un certo punto in poi (diciamo pure quando i tabù della religione hanno preso il sopravvento) l’arte di questo tipo è stata messa da parte, quasi nascosta come per vergogna.

    Eppure ha continuato ad esistere e prosperare, e lo dimostra la grande attenzione al genere che oggi studiosi e appassionati d’arte dedicano a queste opere. A Varsavia è nato un progetto molto interessante, il Museo dell’erotismo, dove trovano casa tutte quelle opere bandite dai musei ufficiali.

    Sì, perché il vero problema è che ancora oggi, in un’epoca in cui tutto ciò che è erotismo (anche nelle sue forme estreme) è stato sdoganato, nei musei cosiddetti ufficiali, alcune tipologie di opere faticano a trovare spazio. Almeno questa è l’opinione di Dariusz Kedziora, responsabile del museo e curatore delle mostre tematiche: “”Il museo erotico è uno di quei pochi luoghi in Europa dove si possono ammirare opere d’arte nascoste da tutti gli altri musei”.

    Il museo, che ha già scatenato polemiche accese nella cattolicissima Polonia, vanta ad oggi oltre duemila pezzi, alcuni dal valore inestimabile, che si possono data dall’epoca antica (reperti persiani, ad esempio), fino alle moderne espressioni del genere. Arte da tutto il mondo (Cina, Tibet, Perù, Giappone, Africa) con un solo punto in comune: esprimere le fantasie più nascoste dell’artista. Il museo, spinto anche dalle polemiche, sta ricevendo una calda accoglienza da parte dei curiosi, e forse per la prima volta vedremo un’istituzione di questo tipo fuori dai circuiti underground.

    325

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiose
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI