Monti, polemica sul posto fisso: “E’ monotono” (video)

Monti, polemica sul posto fisso: “E’ monotono” (video)
da in News, Politica
    Monti, polemica sul posto fisso: “E’ monotono” (video)

    Non si parlerà più di veline e bunga bunga, ma certo che il nuovo governo in quanto a polemiche e proteste non è secondo a nessuno. Ad accendere ancora di più gli animi ci ha pensato proprio il presidente del consiglio Mario Monti intervenendo alla trasmissione Matrix su Canale 5. Argomento scottante: giovani e lavoro.

    La frase che scatenato un putiferio riguarda il rapporto che i giovani hanno con la ricerca del lavoro e soprattutto la classica speranza tutta italiana del posto fisso: “I giovani devono abituarsi all’idea che non avranno un posto fisso per tutta la vita. Del resto, diciamo la verità, che monotonia un posto fisso per tutta la vita. E’ più bello cambiare, avere delle sfide”.

    Tempo un quarto d’ora, e l’affermazione di Monti è diventata un tormentone sui social network, ormai vera e propria voce del dissenso. Come sempre il mondo si divide in due schieramenti: da un lato quelli che danno ragione al premier e dall’altro quelli che criticano l’uscita, soprattutto in un momento come questo in cui i giovani faticano ad inserirsi.

    Il discorso di Monti si inserisce in una visione più ampia che porterà presto alla riforma del mercato del lavoro e alla messa in discussione dell’articolo 18 e delle tutele contro il licenziamento facile.

    Già questo è argomento di discussioni molto accese tra governo e sindacati, ma l’intervista di Monti non ha fatto che gettare benzina sul fuoco.

    Subito sono arrivati i primi distinguo, con il PD che si è affrettato a criticare le parole del premier, appoggiando quanti ritengono che discorsi del genere in un periodo difficile come quello attuale non fanno che inasprire il contenzioso sociale. Monti da parte sua nell’intervista ha anche spiegato che deve cambiare l’atteggiamento prima ancora che il mercato del lavoro.

    Le tutele sono comunque la condizione senza la quale ogni riforma rischia di peggiorare la situazione: “Riforma degli ammortizzatori che tuteli il singolo lavoratore quando deve cambiare lavoro, senza legare la tutela del lavoratore a un posto di lavoro che diventa obsoleto. La finalità principale della riforma è quella di ridurre il terribile apartheid che esiste tra chi per caso o per età è già dentro e chi fa fatica ad entrare”. Intanto in rete c’è chi ironizza sul fatto che è facile dire cose del genere quando si è senatori a vita. Voi cosa ne pensate?

    Foto AP/LaPresse

    750

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsPolitica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI