Marina Berlusconi pronta diventare nuova leader di Forza Italia?

Marina Berlusconi pronta diventare nuova leader di Forza Italia?
da in News, Politica, Silvio Berlusconi

    Berlusconi atto secondo, da Silvio a Marina Berlusconi biglietto di sola andata: per un membro della famiglia che potrebbe lasciare ben presto la scena politica a causa dei numerosi problemi giudiziari, ecco arrivare una figlia pronta a rappresentare la continuità nel centro-destra italiano. Marina Berlusconi, secondo i più attenti analisti dell’agone politico, sarebbe pronta a diventare la nuova leader del Pdl nel segno di un rinnovamento che profuma di ritorno al passato. Da Partito delle Libertà si dovrebbe tornare a Forza Italia, giusto in tempo per i prossimi Mondiali di Calcio di Brasile 2014.

    Le voci di una discesa in campo di Marina Berlusconi girano già da qualche tempo, ma si sono fatte più insistenti in prossimità della condanna di papà Silvio nel processo Ruby che, tra le altre cose (tipo i 7 anni di carcere) prevede anche l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Questo significa che Berlusconi, a meno di grosse sorprese nei prossimi gradi di giudizio, non potrà più far parte della politica italiana a nessun livello. Almeno direttamente, perché l’ipotesi Marina profuma proprio di compromesso per continuare a guidare le redini della sua creazione, che non a caso potrebbe tornare al nome originario di Forza Italia. Tra le fila dei sostentitori del Cavaliere si plaude al ‘largo ai giovani’ che, però, suona piuttosto surreale visto che Marina Berlusconi è classe 1966 e quindi piuttosto vicina ai 50 anni.

    La possibile futura guida del centro-destra è attualmente presidente di Fininvest e del gruppo Arnoldo Mondadori Editore, inserita con regolarità dalla rivista Forbes nella classifica delle ereditiere più ricche del mondo (nel 2008 è salita fino al nono posto con quasi 10 miliardi di euro di eredità). Non è la prima volta che viene indicata come predestinata a seguire le orme del padre anche in politica, ma fino ad oggi si è trattato sempre di voci infondate, perché quel padre non aveva alcuna intenzione di uscire di scena. Ora la conferma è arrivata dalle parole di Luigi Bisignani, ex faccendiere che ha riferito, in un’intervista in radio, di una cena svoltasi ad Arcore a poche ore dalla sentenza di condanna nel processo Ruby.

    Secondo Bisignani sarebbe già tutto pronto: “Berlusconi si è convinto che il dopo Berlusconi è Marina. Lei guiderà la nuova Forza Italia, al suo fianco alcuni imprenditori tra cui Alessandro Benetton. Il piglio e la forza che ha messo in quella cena ha convinto tutti che il vero erede è lei“. Indiscrezioni, certo, ma che hanno già stuzzicato la fantasia degli esponenti del Pdl, che vedono in lei una sorta di salvatrice, come la parlamentare europea Lara Comi che ha auspica come ottima idea “Marina Berlusconi a capo di una Forza Italia 2.0“. Non poteva mancare certo Daniela Santanchè, che spera “che Bisignani abbia ragione, ne sarei ben contenta” mentre Michaela Biancofiore si spinge ancora oltre lanciandosi in scomodi paragoni: “Noi un Renzi, molto più serio, preparato e affidabile, lo abbiamo e si chiama Marina Berlusconi“.

    Dall’altro lato troviamo la voce critica di Renato Brunetta, che si dice poco favorevole alle dinastie, anche democratiche. E la diretta interessata cosa ne pensa? Al momento si dissocia come era prevedibile e parla “di ipotesi che non hanno alcun fondamento”, forse spinta anche dalle parole della fidanzata di papà Silvio Berlusconi, Francesca Pascale, che ha così commentato la possibilità: “Se Marina facesse un passo in politica non sarebbe un errore ma non credo che il padre sia così d’accordo, considerato quello che è successo a lui da quando è sceso in campo“. Che sia questa la volta ‘buona’ (o cattiva, dipende dal punto di vista)?

    603

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsPoliticaSilvio Berlusconi
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI