Mangiare un ghiacciolo è molestia sessuale? (video)

Mangiare un ghiacciolo è molestia sessuale? (video)
da in News

    Da che mondo è mondo siamo consapevoli che qualsiasi oggetto può essere trasformato in un’allusione sessuale, con la giusta dose di malizia. Ci sono però alcune cose che si prestano meglio ad un simile trattamento, come un ghiacciolo dalla forma ambigua, una banana o anche una carota.

    Avete capito benissimo di cosa stiamo parlando: nelle mani di una bella donna anche un tranquillo ghiacciolo alla fragola può aprire come per magia un universo di provocazione e doppi sensi. A maggior ragione quando la donna in questione non è consapevole di quel che sta provocando nel popolo maschile che osserva.

    In Finlandia queste categorie di cibo facili al fraintendimento presto potrebbero diventare fuori legge, perché conterrebbero nella loro stessa natura un alto potenziale di molestia sessuale, questa volta nei confronti degli uomini e non il contrario. Pensate si tratti di uno scherzo? Invece è una provocazione da prendere sul serio.

    Per spiegare questo fenomeno della molestia da cibo, un gruppo di avvocati finlandesi ha creato un video che esprime alla perfezione il tema di cui si sta parlando. Ci troviamo in un ufficio dalle tipiche divisioni a specchio, che lo rende di fatto un open space.

    All’interno della sua stanza troviamo una manager intenta a gustarsi un bel ghiacciolo post pranzo. Deve essere molto buono, perché le espressioni della donna sanno davvero di atto sessuale.

    Tutti i suoi colleghi alla fine si ritrovano a fissarla a bocca aperta, vittime di una vera e propria molestia sul lavoro. Potrebbe sembrare il classico video surreale che si può trovare su YouTube, e invece è frutto di un’azione studiata: gli avvocati vogliono aprire un dibattito sull’introduzione in Finlandia di nuovi interventi legislativi in questa materia così complessa e con molte zone grigie.

    La domanda di fondo è questa: le donne che mangiano in modo troppo provocante in pubblico si rendono colpevoli di molestia? La discussione è aperta. “L’intento è quello di sollevare una questione molto difficile: tutti possiamo subire molestie sessuali sul luogo di lavoro, donne e uomini”, e infatti il video si chiude con una frase in qualche modo profetica: “E’ molestia sessuale? Noi conosciamo la risposta”. Vorremmo saperlo anche noi. Voi cosa ne pensate?

    396

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI