Le 12 forze speciali più pericolose al mondo

Ecco chi sono gli uomini delle unità militari altamente specializzati che sono stati addestrati in maniera particolare per essere impiegati nelle operazioni più difficili e pericolose.

da , il

    In genere per proteggere uno Stato nelle situazioni più delicate e difficili scendono in campo Forze Speciali, ovvero uomini delle unità militari altamente specializzati che sono stati addestrati in maniera particolare e quindi sono pronti a tutto. Non si tratta però delle famose ”Teste di cuoio”, che invece sono reparti specializzati in particolari operazioni che vengono addestrati nei moderni corpi di polizia. Una particolarità italiana è il Gis, il Gruppo Intervento Speciale non è soltanto un reparto d’élite dell’Arma dei Carabinieri, ma è anche una unità delle Forze Speciali che ha sia compiti di polizia e sicurezza nazionale che di carattere militare, ed è infatti predisposta per ogni tipo di azione militare ad alto rischio e lavora spesso nei teatri internazionali. Ma quali sono le forze armate più pericolose del mondo? Scopriamolo nelle pagine seguenti.

    American Navy Seals

    L’U.S. Navy Seals sono le Forze Armate Speciali degli Stati Uniti d’America addestrate per gestire le evenienze più pericolose. Il loro motto ufficiale è “l’unico giorno facile era ieri”. I test di sopravvivenza previsti per gli aspiranti componenti della U.S. Navy Seals sono durissimi.

    American Special Forces Sniper

    Gli sniper non sono altro che tiratori scelti, ossia cecchini militari delle forze armate statunitensi, usati quando c’è bisogno di sparare con il fucile di precisione. Recentemente la storia del cecchino più famoso d’America è stata portata sul grande schermo da Clint Eastwood, ne abbiamo parlato qui.

    Special Air Service britannico

    La SAS, ovvero il Servizio Aereo Speciale inglese è il più piccolo e segreto reggimento del Regno Unito ma allo stesso tempo è uno tra i più popolari. Il motto dell’armata è ”Who dares wins”, ossia ”Chi osa vince”.

    Groupe d’intervention de la Gendarmerie nationale (GIGN)

    GIGN è un’unità speciale della Gendarmeria nazionale francese specializzata nelle operazioni di antiterrorismo e nella liberazione di ostaggi. Dal 2007 svolge anche operazioni militari tipiche delle forze speciali. I suoi uomini sono addestrati per rispondere a situazioni ad alto rischio, e per garantire la sicurezza degli stessi componenti la loro identità è tenuta segreta.

    Reggimento d’assalto paracadutisti ‘Col Moschin’

    Il 9º Reggimento d’assalto incursori paracadutisti ‘Col Moschin’ è il reparto di Forze speciali dell’Esercito Italiano.

    Il reparto è stato protagonista di numerose operazioni militari ed antiterroristiche in tutto il mondo ed è l’unico ad aver partecipato a tutte le missioni all’estero dell’Esercito Italiano dal dopoguerra ad oggi.

    Sayeret Maktal – Israele

    Sayeret Matkal, ovvero l’Unità di Ricognizione dello Stato Maggiore d’Israele è un gruppo militare con compiti di ricognizione speciale. Le reclute migliori sono assegnate a una piccola unità interna alla Sayeret Matkal (Unità 269) specializzata in missioni di antiterrorismo e in operazioni a lungo raggio fuori dai confini nazionali.

    Grupo de operaciones especiales ‘Maderal Oleaga’ di Spagna

    L’Unità di Operazioni Speciali Spagnola è una delle più importanti ed elitarie forze speciali d’Europa che si occupa di contrastare il terrorismo. I membri di questa unità, che sono tutti militari professionisti provenienti anche dalle unità della Legione spagnola vengono addestrati al combattimento in ambiente marittimo, artico e montano; al sabotaggio, al paracadutismo e tecniche HALO; seguono anche l’addestramento SERE (sopravvivenza, evasione, resistenza a interrogatori e tortura).

    707ª Unità per missioni speciali Sudcoreana

    Il 707° Commando dell’esercito sudcoreano è un corpo speciale i cui componenti sono chiamati anche Tigri Bianche e sono tutti cintura nera di Tae Kwon Do. Il 707º si addestra anche con altre forze d’élite nel mondo, tra le quali la United States Army, la Delta Force, l’esercito britannico, il SAS, il russo FSB, la gendarmeria francese, l’FBI, le forze speciali di Hong Kong e la polizia di Singapore. Il motto delle forze speciali è ”non mollare mai”.

    Specnaz russo

    I membri dello Specnaz russo sono utilizzati ampiamente in Afghanistan, in azioni di liberazione di ostaggi, di antiterrorismo, nella repressione delle rivolte nelle carceri, in gravi disordini di piazza e nel combattere la criminalità organizzata e i movimenti indipendentisti. Sono dotati di armi ed equipaggiamento sofisticati, con operatori altamente addestrati; come tutte le unità di élite delle forze armate russe

    Black Storks pakistani

    I Black Storks, lo Special Services Group pakistano, altrimenti detto ”Cicogne Nere” hanno caratteristiche simili ai Baschi Verdi e ai Sas britannici. Il loro nome deriva dal tipico copricapo indossato dai soldati. L’allenamento a cui sono sottoposti i membri di questa armata è durissimo.

    Indian Black Cat Commandos – NSG

    I famigerati Black cats, i gatti neri che fanno parte dell’elite della NSG (commando della guardia di sicurezza nazionale indiana) sono addestrati per essere impiegati in operazioni antiterrorismo.

    German Kampfschwimmer

    Tra le forze armate tedesche spicca la Kampfschwimmer, unità speciale della Marina che raduna i migliori sommozzatori e paracadutisti impiegati per operazioni speciali in tutto il mondo.