Le 10 chiese più strane del mondo: foto

da , il

    Dio esiste? Questa domanda ha impegnato generazioni di filosofi e teologi in aspre discussioni. Per alcuni è una certezza, per altri un piacevole dubbio, per altri ancora un’invenzione. Nel frattempo, mentre tutti discutevano, i rappresentanti di questa divinità in Terra hanno pensato bene di costruire delle belle case dove i credenti potessero riunirsi a celebrare il culto.

    E visto che molto spesso questi rappresentanti non se la passavano tanto male a livello economico, grazie alle concessioni ma anche alle conquiste, hanno pensato che una bella casa di culto fosse meglio di una brutta. Così sono nate le chiese, le cattedrali, i duomi e via dicendo, in una sorta di gara a chi fosse più imponente e, perché no, originale.

    Quella che vogliamo proporvi è una galleria degli edifici di culto più strani e al tempo stesso affascinanti del mondo. In effetti, vi siete mai chiesti come mai spesso gli edifici storici più belli di una città siano proprio le chiese? Ci sarà un motivo? Intanto che riflettete, ecco le 10 chiese più strane del mondo.

    1) Chiesa di Hallgrà­mur, Islanda: una struttura davvero inusuale per questa chiesa luterana che ha richiesto ben 38 anni (dal 1945 al 1986) per essere completata. Davvero imponente, anche perché nel punto più alto tocca addirittura i 74 metri dal suolo.

    2) Cattedrale di Las Lajas, Colombia: situata in un canyon dove scorre il fiume Guaitara, questa cattedrale è stata costruita nel 1916 nel luogo dove, secondo i credenti, sarebbe apparsa la Vergine Maria. In realtà, a vederla oggi, sembra più una struttura uscita da Il Signore degli Anelli.

    3) Cappella di St. Gildas, Francia: davvero suggestiva questa cappella che si trova nella zona di Canal du Blavet, in Bretagna. Ricavata dall’ammasso di roccia alle sue spalle, un tempo era un importante luogo di culto dei druidi in Francia, prima che la popolazione venisse convertita al cristianesimo.

    4) Chiesa cattolica ucraina di St. Joseph, Chicago: un nome davvero inusuale che tradisce però l’origine della struttura, che sembra davvero fuoriuscire dai peggiori incubi architettonici dell’Unione Sovietica. Costruita nel 1956, ha una caratteristica molto particolare: le tredici cupole d’oro, che simboleggiano i dodici apostoli più Gesù.

    5) Stykkishalmur, Islanda: sull’isola sembrano davvero avere una particolare passione per le chiese strambe. Questa, poi, a parte il nome impronunciabile presenta un profilo che sembra farla venire direttamente da un filma anni ’80 con tanto di alieni pronti allo sbarco.

    6) Borgund Stave, Norvegia: le stavkirke sono chiese di origine medievale costruite interamente in legno, comuni in tutta l’Europa nord orientale ma oggi conservate soltanto in Norvegia. La loro struttura deriva dalla tecnica delle palizzate, e, diciamolo, sono davvero suggestive, anche perché legate al mito dei vichinghi.

    7) Chiese nella roccia di Goreme, Turchia: in questo sito davvero interessante si trovano i primi insediamenti di culto dei cristiani all’epoca delle persecuzioni romane. Si tratta di piccole stanze di culto ricavate direttamente nella roccia: se ne contano ben 150 soltanto in questo canyon, ad oggi straordinario reperto archeologico.

    8 ) Cattedrale di Brasilia, Brasile: questa è senza dubbio una delle chiese dalla forma più strana mai costruite, eppure non possiamo criticarla visto che si tratta di un progetto del grande Oscar Niemeyer. Completata nel 1970, la sua struttura ha un valore simbolico: le colonne arcuate e spinte verso l’alto sono due mani che si giungono verso l’alto.

    9) Cattedrale di sale Zipaquira, Colombia: consacrata nel 1954, questa chiesa davvero unica è ricavata all’interno delle miniere di sale poco lontano da Bogotà, sfruttando gli spazi rimasti vuoti dopo la rimozione del sale. Una struttura complessa, costituita da ben 14 cappelle e tre navate, che purtroppo per problemi di tenuta del terreno è stata chiusa negli anni ’90.

    10) Saint-Michel d’Aiguilhe, Francia: splendida, unica ed inserita in un paesaggio da togliere il fiato, questa cappella è stata costruita nel 962 dall’arcivescovo Gothescalk dopo il suo pellegrinaggio a Santiago di Compostela. Il che significa che è rimasta intatta, lì sulla cima della roccia, per più di mille anni. Visita obbligatoria per quanti visitano la zona della Le Puy-en-Velay.