Ison, la super cometa porterà la fine del mondo nel 2013?

Ison, la super cometa porterà la fine del mondo nel 2013?
http://www.qnm.it/wp-content/uploads/2012/10/Cometa-Ison.jpg

Cometa Ison

Se l’umanità riuscirà a passare indenne questo finale di 2012, smentendo le profezie Maya, non potrà comunque stare tranquilla nel nuovo anno. Nel 2013 è previsto infatti l’arrivo in prossimità della Terra di Ison, una nuova super cometa che promette di brillare nei nostri cieli più luminosa della Luna e di Venere. Uno spettacolo astronomico unico, che rilancia però anche le teorie dei catastrofisti che rilanciano la possibilità della fine del mondo.

La cometa Ison è stata individuata per la prima volta il 24 settembre dagli astronomi russi Vitali Nevski e Artyom Novichonok, che l’hanno denominata S1 C/2012, in un’immagine scattata vicino a Kislovodsk da un telescopio del diametro di 40 cm della rete Ison (acronimo per International Scientific Optical Network). Allo stato attuale la cometa si trova tra le orbite di Giove e Saturno e, come spiega l’astrofisico Gianluca Masi, “è visibile con dei telescopi all’alba, tra le stelle poco appariscenti del Cancro”.

Le aspettative sono alte, perché se la cometa non si disintegrerà in volo durante il suo tragitto verso il Sole, diventerà di diritto una delle comete più luminose viste negli ultimi anni, addirittura più della Luna e di Venere. Le incognite, comunque, sono ancora molte, perché da qui al 28 novembre 2013, data del possibile spettacolo visibile dalla Terra, la cometa potrebbe subire modifiche di orbita attirata dal pianeta Marte o addirittura dissolversi per l’avvicinamento al Sole. Se riuscirà a resistere, però, garantirà una visione unica subito dopo il tramonto della data fatidica e fino al gennaio 2014.

Inoltre, se la struttura di Ison è abbastanza resistente e stabile, la quantità di materiale che potrà lasciare avvicinandosi al sole potrebbe dar vita a una coda di dimensioni e luminosità uniche, addirittura più della cometa C/2006 P1 McNaught, che alcuni anni fa mostrò intero la sua bellissima coda nell’emisfero australe. Il passaggio di una cometa, come tutti sappiamo, nella tradizione popolare indica l’avvento di sventure, motivo per cui la scoperta di Ison ha avuto anche l’effetto di rinfocolare le teorie della fine del mondo.

Secondo i catastrofisti i Maya avrebbero sbagliato i calcoli di un anno e, se la cometa davvero passerà, allora significherà fine certa per l’umanità, anche perché a quanto pare Nostradamus aveva previsto tutto questo in una sua criptica quartina della VI centuria. L’apocalisse sarebbe fissata per il 21 dicembre 2012, segnatelo nella vostra agenda.

Segui QNM

414

Pubblicato da Mario Bello il 10/10/2012 in: Astronomia, Attualità, Scienze e Misteri

Leggi di più : cometa, Ison, Maya

COMMENTI ()
Sondaggio della settimana

Come vendicarsi di una ex?

Vota
Loading ... Loading ...

© 2008-2014 QNM, tutti i diritti riservati - Trilud S.p.A. - P.iva: 13300290155. Privacy

|Redazione

| Contattaci

| Pubblicità su QNM

| Google+

rss

QNM, supplemento alla testata giornalistica Tuttogratis.it registrata presso il Tribunale di Milano n° 314/08