India, invasione di ragni giganti scatena il panico

India, invasione di ragni giganti scatena il panico
da in News, Scienze e Misteri
    India, invasione di ragni giganti scatena il panico

    Per molti rappresenta un altro (l’ennesimo) segno della fine del mondo prossima ventura: stiamo parlando dell’invasione di ragni giganti che sta scatenando il panico in India. La psicosi da aracnofobia dilaga nei villaggi del Paese, anche perché questi misteriosi aracnidi non solo appartengono a una specie sconosciuta, ma sono anche decisamente pericolosi per l’uomo.

    L’ultimo avvistamento è avvenuto a Sadiya, piccolo villaggio nello stato dell’Assam, zona nord-est dell’India. Le strade e le case sono state invase da ragni di una specie non identificata, grandi come le tarantole ma simili alle Migali. Gli esperti sono subito accorsi sul posto per catturare qualche esemplare e studiare le caratteristiche della specie, che si è rivelata piuttosto aggressiva e pericolosa per gli esseri umani. Da una prima analisi risulta che queste “simpatiche” creature non sono originarie della zona, ma sarebbero arrivate da circa un mese in circostanze non ancora chiare.

    In ogni caso vengono classificate come “altamente aggressive”, e si fa largo l’ipotesi che possano appartenere ad una nuova specie che capace di saltare letteralmente addosso alle persone.

    Finora ci sono state solo due vittime, ma si contano a decine le persone ferite dai morsi tutt’altro che piacevoli del ragno. Uno dei feriti, Jintu Gogoi, ha raccontato in un’intervista al The Times che dopo il contatto il ragno gigante ha avvertito nausea, dolori lancinanti e la zona del morso (un dito) è rimasta nera e gonfia anche dopo settimane.

    Al momento non sono stati prodotti antidoti, anche perché non è certo che i ragni giganti siano effettivamente mortali per l’uomo. Secondo Anil Phatowali, il sovrintendente dell’ospedale locale, la situazione è infatti resa ancora più grave dagli stregoni: le due vittime, prima di recarsi all’ospedale, si sono affidate a stregoni che hanno reciso le ferite aperte con dei rasoi, drenato il sangue e poi bruciato la parte. Tutti gli altri feriti, che non hanno scelto le cure alternative, sono invece sopravvissuti. Le autorità in ogni caso stanno monitorando con attenzione la situazione, mentre la popolazione è già preda della psicosi da mostro.

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsScienze e Misteri
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI