NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I peggiori vicini di posto in un viaggio aereo

I peggiori vicini di posto in un viaggio aereo
da in News, Notizie Curiose
Ultimo aggiornamento:
    I peggiori vicini di posto in un viaggio aereo

    Per molti volare è uno stress a priori, che comporta una serie di rituali di auto-convincimento che tutto andrà bene e filerà liscio. Capita molto spesso, però, che a rovinare il viaggio ci si metta un vicino di posto particolarmente molesto, che lo voglia o no. Ecco le peggiori tipologie di vicino di posto in aereo.

    Partirei subito con quelli che distruggono il sogno di fare un bel viaggio senza essere costretti uno accanto all’altro, ovvero i passeggeri ritardatari, quelli che salgono all’ultimo secondo, proprio quando vi eravate convinti di poter poggiare le vostre cose sul suo sediolino.

    Parliamo poi di quello che vuole per forza fare amicizia. Non che ci sia niente di male nello scambiare due parole per ingannare il tempo, ma c’è una tipologia di persone che è convinto che a voi interessi qualcosa dei suoi fatti, e farebbe di tutto per coinvolgervi fingendo un’intimità che non esiste. In alternativa c’è quello che sta sempre lì a parlare al telefono, e che aspetta fino all’ultimo secondo per spegnerlo perché c’è qualcosa di importante da comunicare.

    Inevitabilmente, poi, su ogni volo c’è almeno un passeggero con un bagaglio palesemente fuori dall’ordinario, che si tratti di sci, di una chitarra o chi sa cosa. Imbarazzo, cercate di aiutarlo, ma quel peso finirà per rovinare il vostro viaggio. Sempre nella categoria bagaglio c’è quello che, apparentemente, ha dimenticato il contenuto della sua valigia e se ne sta lì, di fronte a voi, a bloccare l’intera fila mentre scava tra i vesti alla ricerca del Santo Graal.

    Nella categoria “aspetti fisiologici” ci sono alcuni comportamenti che possono rovinare un volo: innanzitutto c’è quello che dorme dall’inizio alla fine, e che quindi, se non si trova vicino al finestrino, blocca inesorabilmente il passaggio. Per sopravvivere dovrete scavalcare. Poi c’è quello che soffre le turbolenze o la paura, e quindi utilizza svariate volte il sacchetto anti-vomito.

    Terzo, ma non meno fastidioso, quello che resta chiuso in bagno per un lasso di tempo interminabile, mentre fuori la fila riempie tutto il corridoio. Ultimo in questa categoria, il sordo apparente che non ha imparato bene l’utilizzo delle cuffie, e pretende di chiamare l’hostess senza abbassare il volume, con l’effetto sonoro di un megafono a tutto volume.

    I peggiori in assoluto, a mio parere, sono però due, e coinvolgono l’olfatto: quelli che tolgono le scarpe appena seduti, provocado spesso crisi respiratorie, e quelli sempre affamati, che richiedono ogni due minuti un nuovo pasto. E noi tutti sappiamo bene che tipo di odori fuoriescano da quelle maledette scatolette di cibo!

    Foto da as737700

    474

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiose
    PIÙ POPOLARI