I Papi più cattivi della storia, i peggiori pontefici mai esistiti

Crudeli, sanguinari, violenti o corrotti: non sempre il Papa è il rappresentante di Dio in terra.

da , il

    I Papi più cattivi della storia sono stati numerosi: tra i peggiori pontefici mai esistiti figurano uomini che certamente farebbero storcere più di un naso ad un vero cristiano. Ma si sa, il rappresentante di Dio in terra è in realtà un Capo di Stato, il Vaticano, con tutto quello che la vera detenzione del potere riesce a comportare. Visto che il Papa è tornato di moda grazie alla serie tv di Paolo Sorrentino ‘The Young Pope’, interpretata da un eccellente Jude Law nei panni dell’ambizioso e giovane pontefice, scopriamo insieme quali sono stati i Papi più cattivi della storia.

    Stefano VI

    Tra i Papi più cattivi della storia cominciamo citando Papa Stefano VI, che ebbe il controllo della Chiesa tra l’896 e l’897 d.C quale successore di Papa Formoso. Stiamo parlando degli albori della cultura cristiana, ma Stefano VI non aveva nulla di bontà e carità nel suo operato: fece riesumare il cadavere del suo predecessore, tanto lo odiava, per fargli un processo post mortem. Lo fece spogliare degli abiti pontificali e alla fine ordinò che gli fossero amputate tre dita della mano destra. Fu deposto dopo sei mesi di pontificato.

    Alessandro VI

    Della famiglia dei Borgia, papa Alessandro VI ebbe il controllo sulla Chiesa dal 1492 al 1503, ed è passato alla storia per essere stato uno dei papi più controversi di tutti. Infatti non rispettò il voto di castità, bensì ebbe almeno sette figli da diverse concubine. Era il padre di Lucrezia Borgia, animatrice voluttuosa delle feste nei palazzi vaticani, poi da lui sposata; secondo alcune cronache, lo fece per tenere vicini gli alleati politici.

    Leone X

    Papa Leone X è noto per essere stato definito ‘Il Papa delle indulgenze’: portò allo splendore il Vaticano nel Rinascimento, ma spese talmente tanti fondi che per rientrare dei soldi sperperati si mise a vendere le indulgenze, vale a dire che consentiva il pagamento di una tassa a seconda del peccato commesso. Eccellente sistema che portò molti cristiani a lamentarsi e causò, in parte, la rivolta protestante con le 95 tesi di Martin Lutero.

    Sergio III

    Anche Sergio III va annoverato tra i peggiori pontefici mai esistiti: tiranno e crudele, assetato di potere, ebbe negli ultimi anni di pontificato una relazione con una ragazza di 15 anni che era sposa di un suo alleato. Il tutto per mantenere un ‘cerchio magico’ di protezione attorno a sé.

    Bonifacio VIII

    Esecrato persino da Dante Alighieri, che nella Divina Commedia lo spedisce all’inferno con l’accusa di simonìa, Papa Bonifacio VIII è indubbiamente uno dei peggiori pontefici mai esistiti: alcune cronache storiche riportano che fosse un pedofilo e che avesse commesso persino atti incestuosi.

    Giulio II

    Papa Giulio II è stato colui che commissionò a Michelangelo la Cappella Sistina, ma è stato anche uno dei papi più controversi: fu uno dei primi pontefici a contrarre la sifilide per la sua promiscuità sessuale, tanto che era solito circondarsi di giovani prostituti uomini per divertirsi. Si narra che all’ultima messa del Venerdì Santo da lui celebrata prima di morire fosse talmente devastato dalla sifilide da non riuscire nemmeno a concludere la cerimonia.

    Giovanni XII

    Concludiamo la nostra lista dei Papi più cattivi della storia con Giovanni XII, uno dei peggiori pontefici mai esistiti: sotto il suo pontificato il Vaticano divenne un vero e proprio bordello a cielo aperto, pieno di ragazze giovani che servivano a soddisfare gli appetiti insaziabili del Papa. In più si faceva pagare per nominare i vescovi, e avrebbe accecato il suo predecessore causandone poi la morte. Fu deposto dall’Imperatore per alto tradimento.