I brevetti più famosi che hanno cambiato il nostro modo di vivere

I brevetti più famosi che hanno cambiato il nostro modo di vivere
da in News, Notizie Curiose
Ultimo aggiornamento: Giovedì 22/10/2015 18:16

    Guglielmo Marconi   La Radio

    Ecco, inizia qui il nostro viaggio attraverso i brevetti più famosi del mondo che hanno letteralmente cambiato il nostro modo di vivere. La storia dell’umanità, nei secoli, è proprio cambiata anche in relazione ai brevetti apposti sulle invenzioni più disparate, che hanno permesso all’uomo di poter usare le tecnologie più all’avanguardia e semplicemente delle comodità meravigliose per rendere la nostra vita meno faticosa. Dopo aver visto le straordinarie cose che, seppur semplici, sono preziose perché salvano la vita, di seguito invece potete sfogliare una raccolta dei brevetti più famosi che hanno cambiato il nostro modo di vivere!

    Guglielmo Marconi La Radio

    La radio di Guglielmo Marconi fu brevettata nel 1896, era inizialmente un sistema destinato solo alla telegrafia senza fili: la prima vera radio vedrà la luce solo dopo qualche anno. Grazie alla sua invenzione il bolognese ottenne anche il Premio Nobel per la fisica nel 1909.

    CEO al telefono

    Il fiorentino Antonio Meucci nel 1871 depositò un brevetto temporaneo per il telettrofono, una sorta di antenato del telefono moderno, ma non potendolo rinnovare Alexander Graham Bell fu erroneamente accreditato come inventore.

    Bialetti Moka Express

    Come farebbero gli italiani senza la macchina del caffè? La moka è nata nel 1933 da una idea del bolognese Alfonso Bialetti. Il suo successo nel tempo e nel mondo è più che chiaro, tanto che si è meritata l’esposizione al MoMA di New York.

    Viagra study

    Il mondo è cambiato da quando in commercio di trova la famosa pillola blu. Era il 1996 quando la Pfizer brevettò il Viagra. Il brevetto di questo farmaco, però, è stato dovuto al caso. I ricercatori scoprirono il Viagra durante la sperimentazione degli effetti del sildenafil contro malattie cardiache e l’ipertensione. Gli studiosi non riscontrarono benefici per il cuore, ma erezioni anomale prolungate. Fu l’inizio del successo.

    Auto antica

    La vita di oggi senza automobili sarebbe davvero strana! Dobbiamo dire grazie al brevetto di Eugenio Barsanti e Felice Matteucci, che nel 1853 idearono il primo modello di motore a combustione interna (cioè il motore a scoppio). Una versione più moderna ed efficiente di motore per auto fu invece brevettata dall’ingegner Giovanni Enrico per la FIAT nel 1909.

    Nils Bohlin

    Nils Bohlin, ingegnere aeronautico, sviluppò l’idea di applicare alle automobili delle cinture che rendessero il viaggio più sicuro per i passeggeri. La casa automobilistica Volvo brevettò la cintura di sicurezza a tre punti di Bohlin nel 1959 e cominciò a inserirla nelle sue vetture. L’ufficio brevetti tedesco ha inserito l’invenzione di Bohlin fra le otto che più hanno influito sulle sorti dell’umanità nei cento anni che vanno dal 1885 al 1985.

    Pila di Volta

    La pila elettrica che serve per far andare i più disparati dispositivi elettronici è un brevetto di Alessandro Volta, che nel 1799 costruì il primo generatore statico di elettricità mai realizzato. L’apparecchio passò alla storia come Pila di Volta, e per la sua invenzione l’italiano fu premiato con una medaglia d’oro da Napoleone Bonaparte.

    microchip

    Il microchip fondamentale per l’elettronica moderna è frutto di una invenzione di Federico Faggin. Il fisico vicentino negli anni 70 si trasferì in America dove fu assunto dalla Intel, e nel 1971 fu capo progetto dello sviluppo di Intel 4004, il primo microprocessore al mondo. Negli anni gli sono state conferite diverse lauree honoris causa, ed anche un premio per l’innovazione nel 2010 da parte di Barack Obama.

    1078