I 10 negozi più strani del mondo: foto

I 10 negozi più strani del mondo: foto
da in News, Notizie Curiose

    Al mondo praticamente esiste un negozio per ogni tipologia di prodotto, usuale e inusuale. Quelli che vi proponiamo in questo pezzo sono però davvero i 10 negozi più strani del mondo, posti dove è spesso è difficile immaginare quale tipo di clientela possa frequentarli per fare acquisti. Preparatevi ad una galleria del bizzarro.

    1) Strippers World: questo è senza dubbio uno dei posti più surreali del mondo. Diversamente da quanto si potrebbe credere, non esistono al mondo molti negozi dedicati al favoloso mondo delle strippers, ovvero delle ragazze (ma anche degli uomini) dediti al mestiere della pole dance e dello stripease. Che tipologia di prodotti possa vendere questo negozio in Australia potete ben immaginarlo.

    2) Deyrolle: in questa galleria ci sono molti posti in bilico malfermo tra strano e raccapricciante. Questo negozio di Parigi dedicato alla tessidermia, ovvero la preservazione degli animali morti (una sorta di imbalsamazione). Che voi siate alla ricerca di una volpe, di una rana rara o di uno scarafaggio, questo posto ameno inaugurato nel 1831 dall’entomologo Emile Deyrolle fa al caso vostro. Una sorta di museo oltre che negozio.

    3) Muara Kuin: questo mercato che si trova a Kalimantan, nel Borneo, è davvero molto inusuale, visto che è accessibile solo con una barca. Non per niente è conosciuto come il mercato galleggiante. Questa sua natura è dovuta al fatto che la città è praticamente una Venezia alla massima potenzia, tanto da essere soprannominata la città dei mille fiumi. No imbarcazione no party.

    4) Witch’s Market: il nome già dice tutto di questo mercato che si trova a La Paz, in Bolivia, in una delle zone più inaccessibili della città. Si tratta di una serie di negozi monotematici che espongono soltanto merce di interesse per chi si occupa di riti magici, pozioni e affini. Il pezzo forte è il feto di lama essiccato, che molte famiglie della Bolivia sono solite mettere sotto le fondamenta della propria casa come auspicio di buona sorte e felicità.

    5) Lomé Voodoo Market: ancora più estremo di quello boliviano è questo nucleo di banchetti dedicati al Voodoo. Ci troviamo in Africa, ovviamente, e per la precisione a Lomé, nel Togo, dove ancora forte è il retaggio di questi rituali ancestrali. Qui potete trovare tutto il necessario per i vostri riti magici e anche per le pozioni medicinali, dai piedi di elefante alle teste di leopardo, per finire con i serpenti essiccati.

    6) Container Shop: questo negozio molto originale si trova invece più vicino a noi, per la precisione a Zurigo, e si chiama Freitag shop, dall’azienda che l’ha creato.

    Si tratta di una struttura molto surreale composta solo ed esclusivamente da container per il trasporto delle merci via nave, quelli che si vedono stipati nei porti, per intenderci. Un progetto nato dalla volontà di riciclare e di creare una struttura a impatto zero. Visto che molti dei container sono impilati, dall’alto si gode anche di una splendida vista della città.

    7) The Old Umbrella Shop: a Launceston, nel nord della Tasmania, troviamo invece questo delizioso negozio dedicato solo ed esclusivamente agli ombrelli. Si prediligono quelli vecchi, se non antichi, dalle forme e dai colori che ci ricordano i dipinti del ’700 e dell’800. Un angolo del negozio è poi dedicato alle anticaglie in genere, dai vecchi giochi ai servizi da the fino ai gioielli.

    8 ) Rope: trasferiamoci in Giappone per il negozio più imbarazzante del pianeta. Si chiama Rope e si trova nella centralissima zona di Shibuya, a Tokyo. Si tratta di un negozio per feticisti delle uniformi delle studentesse di scuola superiore, una cosa che noi occidentali non potremo mai comprendere, ma che da quelle parti va per la maggiore. Cosa si può comprare? Praticamente tutto quel che riguarda l’argomento, dalle classiche divise scolastiche nuove o usate fino all’intimo usato dalle giovani donne, imbustate con tanto di foto della proprietaria. Roba da far venire i brividi, anche perché c’è sempre la fila davanti agli scaffali.

    9) Gypsy Brides Market: questi mercati, sempre più rari, si trovano sia in Bulgaria che in Romania, e sono l’ideale per chi è alla ricerca di una moglie. Sono infatti le giovani donne in età da marito a farla da padrone, tutte vestite con il migliore vestito e speranzose che un bel giovanotto si presenti per pagare il prezzo giusto per prenderle in moglie. Una tradizione che si riferisce soprattutto alle comunità di gitani, e che può fruttare alle famiglie delle spose anche decine di migliaia di euro, in base alla bellezza della ragazza.

    10) Ka Firushi Bird market: in Afghanistan, anche durante la guerra e l’occupazione, tra gli animali domestici preferiti ci sono senza dubbio gli uccelli. Questo bazar è l’ideale per chi sia alla ricerca del volatile perfetto. Si trova in una zona centralissima, ma è un dedalo di strade molto strette dove neanche le auto riescono a passare. L’aria è quindi satura della melodia dei diversi tipi di uccello, e il paesaggio è fatto di gabbie e uccelliere. Surreale e magico al tempo stesso.

    828

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiose
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI