Harvard apre al sesso: nasce il primo club del sadomaso

Harvard apre al sesso: nasce il primo club del sadomaso
da in News, Notizie Curiose
    Harvard apre al sesso: nasce il primo club del sadomaso

    Siamo abituati a immaginare i più prestigiosi college degli Stati Uniti come luoghi molto chiusi e ingessati, e invece la celeberrima università di Harvard ha dimostrato di recente che la tradizione si può coniugare con l’innovazione, anche nel campo del sesso. Tra i vari club che movimentano la vita degli studenti, infatti, da poco è possibile trovare anche l’Harvard College Munch, un gruppo studentesco dedicato alle pratiche amorose estreme, incluso il sadomaso.

    L’effetto 50 sfumature di grigio ha coinvolto anche il mondo dell’istruzione? Forse, o forse l’ok dato dal consiglio universitario al club del sadomaso è solo il segno che negli Stati Uniti su certi argomenti sono decenni avanti rispetto a noi. L’Harvard College Munch è il primo club studentesco in 376 anni di storia che promuove tra i suoi affiliati “pratiche sicure di sesso estremo“, ma d’altra parte non è un caso che il club sia nato proprio ad Harvard, università dove ha studiato e insegnato anche il celebre studioso Alfred Kinsey, che ha cambiato il pensare comune riguardo ciò che accade in camera da letto.

    Il termine Munch che da il nome al club è un mix di “meeting” e “lunch” ma è anche un termine usato per descrivere attività di sesso alternative. Nonostante la sua natura molto particolare, il gruppo ha ricevuto l’approvazione dell’Office of Student Life anche se, come dichiarato dal portavoce dell’ateneo Jeff Neal, “il college non avalla le opinioni e le attività di questo come di ogni altro club studentesco indipendente“. Totale libertà, quindi, e date le premesse stupisce che i soci (sarebbero già una trentina) abbiano chiesto di restare anonimi.

    L’imprimatur di Harvard consente ai ragazzi di incontrarsi in riunioni ufficiali all’interno del campus e di chiedere sovvenzioni al pari di tutti gli altri gruppi studenteschi, che vanno dall’Harvard Choir al Mathematica Club.

    L’Harvard Crimson, giornale ufficiale degli studenti, ha dato il benvenuto al nuovo gruppo in un editoriale: “Ha un obiettivo importante che non merita di essere minimizzato a scandalo. Un invito alla tolleranza, un approccio maturo e l’accettazione di interessi sessuali alternativi“. Nonostante quanto si possa pensare, Munch non è nato come club per la pratica del sesso alternativo, visto che anche nel suo statuto sono proibiti contatti sessuali alle riunioni.

    Non si tratta di una novità assoluta, visto che già al College dell’Indiana esiste un club dedito al bondage, altra pratica estrema. A tal proposito, una studentessa intervistata dal New York Observer ha raccontato come le pratiche sadomaso fossero già diffuse a Harvard anche prima di Munch: “Sono stata colpita con un frustino da cavallo, una cintura, una canna. A volte ci fermiamo a metà quando ci rendiamo conto che andiamo a Harvard. E’ così strano“. Voi vi iscrivereste a un club del genere?

    487

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsNotizie Curiose
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI