Speciale Natale

Eterni.me: il sito per chattare anche da morti

Eterni.me: il sito per chattare anche da morti
da in News
    Eterni.me: il sito per chattare anche da morti

    Continuare a vivere e a interagire con i propri cari anche una volta morti, questa la promessa del sito Eterni.me. Potrebbe sembrare un’idea uscita da un romanzo di fantascienza e invece è la nuova creazione di un team di ricercatori del Massachusetts Institute of Technology. Gli otto promotori del progetto, provenienti da tutto il mondo, si sono partiti da un dato concreto: ogni persona vive oggi gran parte della sua vita in un contesto virtuale, ma cosa accadrà a quella massa di informazioni quando il corpo sarà morto? La loro tesi rivoluzionaria è che l’uomo potrà sopravvivere in rete, addirittura continuando a interagire con famiglia e amici. Grazie a un sito e a una chat post-mortem.

    Letta così sembra la classica follia nata per scherzo in un brainstorming tra cervelloni dell’informatica, e invece Eterni.me è un sito in via di definizione, che già raccoglie le prime iscrizioni tra quanti vogliono assicurarsi uno spicchio di eternità virtuale. Partecipare è molto semplice (anche se la piattaforma non è ancora online): basta iscriversi, creare il proprio avatar e stilare un profilo in base a tutte le informazioni più importanti della propria vita. Da lì in poi farà quasi tutto il sistema, che è poi un complesso di algoritmi complessi in grado di scandagliare l’intero web (social network inclusi) per raccogliere tutto ciò che c’è da sapere sulla persona in questione. La raccolta è solo il primo passo, seguito poi dall’elaborazione di uno schema di personalità.

    Questo secondo step è fondamentale per ricreare una coerenza tra persona reale e riproduzione virtuale, ed è qui che si nasconde il segreto del sito.

    Una volta realizzato un profilo coerente, l’intelligenza artificiale è in grado di ‘vivere’ senza alcun intervento dall’esterno. L’avatar raccoglierà i ricordi, le opinioni e persino le immagini dell’essere vivente, trasformandosi in una sua copia di byte. Quando l’originale sarà morto, la sua versione virtuale continuerà a vivere, dando la possibilità a chiunque di interagire, che si tratti di una chat o di una email. L’avatar sarà in grado di commentare e persino esprimere opinioni coerenti con la storia della sua persona-matrice, con un effetto sorprendente. Per ora tutto questo è solo sulla carta, ma è già possibile farsi inserire nella lista d’attesa (basta fornire la propria email). E’ così che l’uomo sconfiggerà la morte? Non è fantascienza, ma forse il primo passo verso la realizzazione di quanto la fantascienza ha sempre raccontato.

    422

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI