NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Eodromaeus: l’antenato del T-Rex ha 230 milioni di anni (video)

Eodromaeus: l’antenato del T-Rex ha 230 milioni di anni (video)
da in News, Scienze e Misteri

    Una nuova incredibile scoperta sta facendo il giro del mondo, e rischia di riscrivere la storia dei dinosauri. In Argentina un gruppo di paleontologi ha scoperti lo scheletro di un dinosauro, l’Eodromaeus, che sarebbe vissuto 230 milioni di anni fa, e che potrebbe essere un antenato del temutissimo Tirannosauro Rex.

    Il ritrovamento, avvenuto nella zona conosciuta come la valle della Luna, uno dei più ricchi giacimenti di fossili del mondo, ha permesso di censire una nuova classe di dinosauri prima sconosciuti, ovvero l’Eodromaeus. Si tratta di un essere di dimensioni ridotte (da animale domestico, affermano gli esperti), alto non più di 120 centimetri e pesante tra i 4 e i 6 chili.

    Nonostante le dimensioni ridotte, l’Eodromaeus doveva essere un predatore feroce e molto astuto: un carnivoro agile e molto veloce che prediligeva le specie più piccole e gli esemplari giovani di quelle grandi. La sicurezza sulla tipologia di “animale” viene dall’analisi che gli esperti hanno effettuato sullo scheletro, che presenterebbe sia nel bacino sia nel cranio elementi simili a quelli presenti nei disegni anatomico di tutti i dinosauri carnivori.

    Basandosi sull’anatomia, i paleontologi azzardano anche che si tratti di un antenato dei teropodi, un gruppo di dinosauri che include anche il Tirannosauro Rex. Questa scoperta riscriverebbe in parte la convinzione che l’ascesa dei grandi dinosauri sia avvenuta a causa della scomparsa di animali competitori: L’Eodromaeus ha infatti una struttura simile anche a quella dell’Eoraptor. Entrambe queste due specie erano piccole, correvano su due gambe ed erano contemporanee. Il che ha portato i ricercatori a supporre che gli antenati comuni di tutti i dinosauri fossero piccoli e alti poco più di 1 metro.

    307

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsScienze e Misteri
    PIÙ POPOLARI