Speciale Natale

Cose fatte da genitori irresponsabili che hanno rischiato la galera

Cose fatte da genitori irresponsabili che hanno rischiato la galera
da in News
Ultimo aggiornamento: Martedì 22/09/2015 08:41

    Genitori che suggeriscono ai figli durante gli esami

    Essere genitori oggi dovrebbe essere più facile di quanto non lo sia stato in passato. I corsi prenatali si sprecano, esistono laboratori pratici organizzati da associazioni di tutti i tipi che aiutano i neopapà e le neomamme a imparare il difficile mestiere di genitore. Purtroppo, però, l’esperienza e la tecnologia al servizio delle persone non sempre è di aiuto, e in giro ci sono persone davvero irresponsabili che mettono a repentaglio la vita dei loro bambini, non si capisce nemmeno bene per quale motivo, a esclusione del fatto che non sembrano usare la ragione… Ecco una raccolta di storie di genitori che hanno rischiato di finire in carcere per essere stati poco attenti e vigili nei confronti dei loro figli—>

    Il padre che fa giocare il figlio nudo in giardino
    Bambino nudo in giardino

    Squamish, Canada – Aprile 2015. Ian McIlwaine residente nella località della British Columbia, ha detto che la sua famiglia è rimasta ”scossa e molto turbata”, dopo l’intervento della polizia chiamata dai vicini che denunciavano la presenza, nel suo giardino di casa, del figlio dell’uomo, di quattro anni, che eraa giocare completamente nudo. Lui si è giustificato: ”Era il primo giorno caldo di primavera, e non vedevo l’ora di uscire di casa dopo un lungo inverno canadese!”. L’uomo non sembra avesse avuto idea di un qualche pericolo: ”mi sentivo come a quattro anni, innocente”, ha replicato.

    La mamma dipendente dal gioco
    jade germany

    Baltimora – Aprile 2015. La Polizia ha trovato un bambino che stava dormendo in un’auto di fronte all’Horseshoe Casino, lasciato solo con un finestrino aperto per qualche centimetro. Le forze dell’ordine hanno trovato la mamma Jade Loren Germany, mentre stava giocando alla roulette. La 25enne si è giustificata affermando che era ‘dovuta’ andare al casinò perché aveva bisogno di soldi. Per Germany è scattato l’arresto cautelare, mentre il bambino è stato affidato ai servizi sociali.

    Il padre che va a comprare le sigarette
    Lascia il figlio al parco giochi

    Lucca – Marzo 2015. Ha lasciato il figlio di appena 6 anni, da solo, al parco giochi di Sant’Anna per un’ora e mezzo, ed è stato denunciato dalla polizia. La persona che ha riferito la vicenda ai poliziotti ha segnalato che venti minuti prima una signora si era rivolta a lui chiedendogli la gentilezza di vigilare sul bimbo che fino a quel momento aveva giocato con i suoi figli, poiché doveva andare via e non poteva più attendere che qualcuno lo riprendesse. Il signore si era dunque rivolto alla polizia, non vedendo arrivare nessuno. L’uomo, un 50enne di origini albanesi, è stato denunciato per abbandono del figlio.

    La mamma che va a fare la spesa
    Bimbo in auto

    Pavone Canavese, Torino – Settembre 2014. Una donna di 22 anni di origini romene, è stata denunciata per abbandono di minore per aver lasciato il figlio di 6 mesi addormentato in auto mentre era a fare la spesa al supermercato. La mamma di Castellamonte, tornata all’auto dopo circa mezz’ora, ha provato a giustificarsi davanti ai carabinieri, che le hanno spiegato i pericoli di lasciare un bimbo così piccolo da solo chiuso in auto.

    La mamma che va a lavoro
    Debra harrell

    North Augusta, Stati Uniti – Luglio 2014. Debra Harrell, una donna americana dipendente di un McDonald, è stata arrestata per aver lasciato sola al parco la figlia di 9 anni. Lei doveva lavorare ma non voleva costringere la bambina a passare tutto il giorno in un angolo del locale, così Debra ha mandato la figlia a divertirsi al parco, dandole un cellulare per poterla contattare in caso di emergenza. Ma secondo le leggi a tutela dell’infanzia in vigore in South Carolina, Debra Harrell è stata arrestata per abbandono e la figlia posta sotto la tutela dei servizi sociali.

    Il padre che si reca al supermarket
    Bambino cinese

    Modena – Luglio 2013. Un padre cinese di 30 anni ha lasciato suo figlio di un mese in auto sotto il sole e con il ciuccio fissato con lo scotch sulla bocca, mentre si recava in un vicino centro commerciale. Alcuni testimoni hanno notato l’uomo che si allontanava, mentre il neonato era sul seggiolino fissato al sedile anteriore dell’auto. Il bambino aveva la febbre a 38 ed è stato portato al Pronto Soccorso dal 118 prontamente allertato per accertamenti. Il padre è stato accusato di abbandono di minore.

    Il pusher che usa il figlio al giardinetto
    Spacciatore al parco con figlio

    Ostia – Ottobre 2010. Il figlio di cinque anni gioca al parco mentre lui spacciava tranquillamente hashish, usandolo per consegnare la sostanza agli acquirenti. E’ accaduto in un parco frequentato da famiglie con bambini. Il bimbo è stato affidato alla madre mentre il papà-spacciatore è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

    1016

    Speciale Natale

    PIÙ POPOLARI