Cosa è successo nell’ultima settimana: dai Panama Papers agli MTV Movie Awards

Cosa è successo nell’ultima settimana: dai Panama Papers agli MTV Movie Awards
da in News, Politica
Ultimo aggiornamento: Giovedì 12/05/2016 15:14

    caso regeni

    Cosa è successo nell’ultima settimana: mentre si allarga a macchia d’olio lo scandalo Panama Papers in tutto il mondo e vengono rivelati i nomi dei primi 100 italiani coinvolti, continua l’inchiesta sul petrolio in Basilicata e in Sardegna finiscono in manette 17 persone per appalti truccati: esponenti di primo piano della politica regionale, funzionari Anas, imprenditori, professionisti. Il caso Regeni mina i rapporti diplomatici tra Italia ed Egitto e in India 100 persone perdono la vita per l’esplosione di fuochi d’artificio in un tempio. Nel frattempo Silvio Muccino accusa il fratello di essere un violento e Star Wars trionfa gli MTV Movie Awards.

    panama papers italiani

    Emergono i primi 100 nomi italiani di VIP, politici, finanzieri e imprenditori coinvolti nell’inchiesta Panama Papers sui paradisi fiscali internazionali. Mentre il premier islandese si dimette dopo le proteste dei cittadini, emergono i particolari dell’inchiesta sui documenti riservati trapelati dallo studio legale Mossack Fonseca a cui hanno partecipato oltre 400 giornalisti di 80 paesi dell’International Consortium of Investigative Journalists. Nella lista dei primi 100 nomi italiani compaiono: Barbara d’Urso, Luca Cordero di Montezemolo, lo stilista Valentino, Carlo Verdone ma anche i tesorieri di boss mafiosi del calibro di Salvatore Rina e Bernardo Provenzano, imprenditori Stefano Ottaviani, Simone Cimino e il genero di Gianni Letta.

    fratelli muccino

    Che tra i fratelli Muccino non scorra buon sangue è fatto noto. L’ultima notizia che ha fatto molto discutere è stata la recente dichiarazione di Silvio, invitato all’Arena di Giletti, in cui ammette di aver mentito davanti ai giudici riguardo a un episodio di violenza domestica del Fratello Gabriele Muccino ai danni della ex-moglie Elena Majoni. Gabriele ha infatti dichiarato di essersi allontanato dalla famiglia proprio per il comportamento del fratello, di 15 anni più vecchio: «Sua moglie Elena spesso mi raccontava che lui veniva alle mani ed era violento e aggressivo. Ci sono stati ripetuti episodi di violenza domestica. Un’estate poi eravamo nella casa di campagna di Gabriele, lui era nervoso e andò in camera da Elena. Quando mi avvicinai alla porta la vidi uscire con una mano sull’orecchio e le lacrime agli occhi. Non sentiva più niente: uno schiaffo le aveva perforato un timpano e ha dovuto subire una timpano-plastica per riacquisirlo in parte».

    caso regeni

    Crescono le tensioni tra Italia ed Egitto in seguito all’inchiesta sulla morte di Giulio Regeni. Saltato l’incontro previsto per mercoledì con le autorità egiziane, invitate in Italia per la consegna di tutti gli incartamenti relativi al dossier Regeni, l’ambasciatore Maurizio Massari è stato richiamato in patria. Il parlamento egiziano la prossima settimana dibatterà fra l’altro la “possibilità di stabilire contatti con il parlamento italiano per discutere le ricadute”. Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha poi dichiarato “Non si tratta di scatenare guerre mondiali con l’Egitto, ma si tratta di assicurare rispetto all’Italia e alla nostra dignità. Avevo detto che ci aspettavamo dall’incontro tra procure molte informazioni. Nei prossimi giorni valuteremo le misure da prendere. Ho sentito parlare da parte del Governo egiziano di politicizzazione della vicenda: abbiamo solo fatto quello che avevamo già annunciato in Parlamento. Non c’è da parte nostra una rinuncia a chiedere la verità”.

    A relative sits next to the bed of a victim, who got injured in a fire at a temple at a hospital in Kollam in the southern state of Kerala

    Nell’incidente, avvenuto nella notte di sabato, nella città costiera di Paravour si contano almeno 100 morti e 200 feriti, alcuni in modo grave. Secondo la ricostruzione i fuochi d’artificio che erano stati preparati per le celebrazioni di una festa indù sono esplosi all’interno di un magazzino, facendo crollare un tempio. Le autorità locali avevano proibito per quest’anno i festeggiamenti religiosi e l’utilizzo di fuochi d’artificio per questioni di sicurezza.

    star wars 7

    Star Wars è il film che ha vinto il maggior numero di premi agli Mtv movie awards. L’episodio VII, “Il risveglio della forza”, diretto da J. J. Abrams, ha convinto tutti. L’ultimo episodio della saga di Star Wars ha infatti vinto i premi per il miglior film, la miglior performance di un attore emergente (Daisy Ridley) e miglior cattivo (Adam Driver). Due premi per Deadpool e Pitch perfect 2. Miglior attrice femminile: Charlize Theron in Mad Max, Fury Road e miglior attore: Leonardo DiCaprio in The Revenant.

    1027