Collaboratrici naturiste cercasi per azienda di software

da , il

    Collaboratrici naturiste cercasi per azienda di software

    Chi di voi, dovendo scegliere i vestiti per andare a lavoro, non ha mai pensato di prendere le prime cose e andare così, senza pensarci? La frustrazione da etichetta aziendale colpisce molti più dipendenti di quanto si possa immaginare. Tutti vorremmo essere liberi di vestirci come ci pare, ma in Inghilterra hanno fatto addirittura un passo ancor più in avanti.

    Nella zone a sud-est di Londra, infatti, esiste un’azienda il cui nome è tutto un programma: Nude House. Non si tratta di qualcosa di losco né tanto meno di una casa di appuntamenti, ma di un’azienda seria che produce software. Per la sua sede di Amersham ha postato online una richiesta molto bizzarra: si ricercano collaboratrici che siano disposte a lavorare nude.

    Apparentemente non c’è niente di strano, visto che si tratta di un’azienda che segue i dettami del naturismo, ovvero quello stile di vita che persegue il contatto con la natura, liberando mente e corpo dai legami della società, primo tra tutti quello che riguarda l’abbigliamento.

    Non si assume certo gente a caso nella Nude House, visto che i candidati devono avere caratteristiche precise: le mansioni che dovrebbero svolgere riguardano infatti la promozione di un software che inserisce degli hot spotnelle foto presenti nei siti Web dei clienti, cliccando i quali, appaiono dei commenti, altre immagini o delle finestre pop-up.

    Lo stipendio è calcolato secondo la teoria del revenue sharing, ovvero i dipendenti guadagnano 500 sterline per ogni software venduto, il che secondo il titolare potrebbe portare a 10 mila sterline al mese, in teoria. Il grande dubbio posto da tutti è: perché solo donne?

    Chris Taylor, interrogato sul fatto, ha risposto candidamente che preferisce le donne “perché devono lavorare con me in sede e preferisco delle donne. Non voglio guardare dei maschi”. Insomma, l’ipotesi guardone non è tanto remota, anche perché alla fine lui aggiunge una postilla inquietante: “l’azienda può anche operare le altre attività che si fanno nudi, se lo staff lo desidera”.

    Foto da Sito Ufficiale