NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Emmanuel Macron: chi è il nuovo presidente francese

Emmanuel Macron: chi è il nuovo presidente francese

La Francia ha votato: Emmanuel Macron sale all'Eliseo battendo al secondo turno la candidata del Front National Marine Le Pen con oltre il 65% dei voti. Con il trionfo alle presidenziali, Macron diventa il più giovane presidente della storia in Francia. Ma chi è il nuovo presidente francese?

da in News, Politica
    Emmanuel Macron: chi è il nuovo presidente francese

    Il verdetto degli elettori è ben chiaro: Emmanuel Macron batte Marine Le Pen con oltre il 65% dei voti. Ma chi è il nuovo presidente francese? Solo fino a 2 anni fa era quasi un perfetto sconosciuto e ora si ritrova ad essere venticinquestimo presidente della Repubblica Francese ancor prima di aver compiuto 40 anni. Il giovane leader di “En Marche!” che prenderà il posto di Holland all’Eliseo ha già conquistato l’attenzione dei media di tutto il mondo non solo per la sua rapida ascesa politica, ma anche per la sua chiacchierata vita privata: dal discusso matrimonio con Brigitte Trogneux ai rumors sulla sua presunta omossesualità. In attesa di vederlo all’opera alla guida della Francia, scopriamo di più su il neoeletto presidente francese e vediamo chi è Emmanuel Macron.


    Emmanuel Jean-Michel Frédéric Macron nasce nel 1977 a Amiens, da madre medico e padre professore universitario. Cresciuto in una famiglia non religiosa, è lo stesso Emmanuel a chiedere di essere battezzato all’età di 12 anni. La sua istruzione inizia presso Jésuites de la Providence lycée ad Amiens , ma terminerà presso un liceo parigino: a determinare l’allontamento dal liceo di Amiens è la sua relazione con l’insegnante Brigitte Trogneux, conosciuta durante un laboratorio di teatro. Gli studi di Macron proseguono con un diploma in conservatorio, una laurea in Filosofia presso  l’Università di Parigi-Ouest Nanterre La Défense. Successivamente ottiene una laurea in affari pubblici presso la Science Po e intraprende una carriera di alto livello presso l‘Ecole Nationale de Admistration (ENA), dove otterrà una laurea del 2004.

    Già al termine di questa brillante carriera accademica, Emmanuel Macron inizia a lavorare come ispettore delle finanze e dal 2008 come enarca (funzionario) presso la banca d’affari Rothschild & Cie Banque. Dal 2006 fino al 2015 rimane iscritto al partito socialista francese, diventando consigliere del presidente Hollande. Nell’agosto del 2014 riceve l’incarico di Ministro dell’Economia, dell’Industria e del Digitale all’interno del secondo Governo di Manuel Vallas, su nomina dello sesso Hollande. Sarà alla fine dell’agosto 2016 che Macron si dimetterà dalla sua carica ministeriale in vista della sua candidatura alle presidenziali 2017. Emmanuel si presenta sin da subito come principale sfidante di Marine Le Pen alla corsa all’Eliseo, candidandosi come leader del movimento neo-socialista da lui stesso fondato “En Marche!”. Dopo aver conquistato la maggioranza dei voti già al primo turno, Emmanuel Macro batte la candidata del Front National al secondo turno con oltre il 65% dei voti diventando così il più giovane presidente francese della storia. Poco incline alle etichette politiche, il neoletto presidente francese Macron, viene spesso considerato“liberale di centrosinistra”, “centrista” e “moderato”, mentre lui stesso prferisce definirsi “liberale progressista”. Accusato dalla sua diretta rivale Le Pen di essere rappresentante di “elite globale” che mira al controllo della Francia, Macron nel suo programma parla, tra le altre cose, di semplificazione, decentralizzazione, protezione, liberazione e promozione dello spirito imprenditoriale. Convinto assertore di una sovranità europea più che nazionale, il giovane presidente ritiene che da sola la Francia non possa bastare a se stessa che rimanere in Europa sia essenziale per fronteggiare il terrorismo e il problema dei flussi migratori. (Leggi anche “La politica di Emmanuel Macron in 9 punti“)

    Il 39enne neo-presidente francese già da qualche tempo sta facendo parlare di sé per la sua vita privata. Emmanuel Macron è sposato da 10 con la 64enne Brigitte Trogneux. La love story tra i due ha inizio tra i banchi di scuola, quando Emmanuel, timido e brillante diciassettenne, diventa l’allievo prediletto dell’affascinante professoressa di lettere del liceo di Aimiens. Sarà proprio la nascita della relazione con la sua insegnante, allora sposata e madre di 3 figli, a costargli l’allontamento dal liceo per volere dei genitori. Nonostante ciò, 13 anni dopo Brigitte Trogneux diventa la moglie di Macron. Secondo alcune maldicenze, questo matrimonio con una donna molto più grande sarebbe solo una copertura per nascondere al mondo la sua omossessualità. Malgrado tutto, Macron appare come un marito devoto e innamorato e la nuova premiere dame ha dimostrato sin dall’inizio di appoggiare e incoraggiare la carriera del marito: è stata proprio Brigitte ad incoraggiarlo a non aspettare fino alle presidenziali 2022 per scendere in campo, impegnandosi in prima persona e rimanendo al suo fianco durante tutta la campagna elettorale.

    860

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsPolitica
    PIÙ POPOLARI