Speciale Natale

Borghezio colpisce ancora: “Meridionali non hanno voglia di spalare” (video)

Borghezio colpisce ancora: “Meridionali non hanno voglia di spalare” (video)
da in News, Politica
Ultimo aggiornamento:

    L’ultima uscita di Mario Borghezio ci ricorda che quando un esponente della Lega Nord rilascia qualche dichiarazione ci sono due atteggiamenti possibili. Il primo consiste nel farsi una risata e prendere tali personaggi per quello che sono; il secondo consiste in una forte arrabbiatura, dovuta soprattutto al fatto che tali personaggi li paghiamo di tasca nostra.

    Occorre decidere da che parte stare, perché questa volta Borghezio l’ha sparata grossa. Il tema è quello del maltempo che sta attanagliando la penisola, con freddo siberiano e nevicate eccezionali anche al Sud, con tutti i problemi del caso riscontarti soprattutto nella capitale. Occasione troppo ghiotta per farsela sfuggire, e infatti detto fatto ecco le solite accuse:

    Certi meridionali non hanno voglia di spalare, come di lavorare. In fondo la caduta della neve non è un fatto così epocale e comunque era stata ampiamente annunciata”. L’europarlamentare rilancia la classica tiritera leghista del nord operoso e del sud senza voglia, questa volta partecipando a KlausCondicio, il programma di Klaus Davi.

    Le sue parole paiono ancora più odiose proprio perché pronunciate in un periodo in cui la solidarietà nazionale dovrebbe essere al massimo per affrontare le difficoltà che meteo ed altri cataclismi (economia su tutti) ci mettono davanti ogni giorno. Invece per lui è solo pretesto per l’ennesima divisione in due dell’Italia: “Riconosco che i mezzi erano limitati, ma da Roma in giù le amministrazioni mancano di spirito di iniziativa, di tirarsi su le maniche con i mezzi che ci sono.

    Manca proprio la volontà e la voglia di lavorare. Nei popoli del sud manca senso civico, dovrebbero venire a scuola a nord per impararne un po’. Basta lamentarsi”.

    Il leghista rincara la dose sfruttando l’occasione per citare la sua “adorata” Napoli: “Pensiamo al cattivo esempio di Napoli. Non ci vuole un grande sforzo per fare la raccolta differenziata o per pulire la neve sulle strade, basta aver voglia di farlo. Esistono due ‘Italie’, una che fa fronte alle emergenze, si rimbocca le maniche e lavora in tandem con le amministrazioni, l’altra con poca voglia di lavorare, che si rifiuta persino di spalare davanti alla propria casa. Siamo due cose diverse”. A volte tacere è la scelta più saggia.

    399

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN NewsPolitica

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI