Beve cocktail all’azoto liquido: ragazza viva per miracolo

Beve cocktail all’azoto liquido: ragazza viva per miracolo
da in News
    Beve cocktail all’azoto liquido: ragazza viva per miracolo

    Come rischiare la vita per una serata di discoteca: uno scenario che purtroppo tutti conosciamo bene dalle pagine della cronaca, ma la vicenda di Gaby Scanlon, una ragazza originaria di Heysham, nel Lancashire, ha davvero dell’incredibile. La ragazza è stata a un passo dalla morte a causa di un cocktail all’azoto liquido ingerito durante la festa dei suoi 18 anni. La sua salvezza è stato il pronto ricovero a vicino ospedale del Royal Lancaster Infirmary, anche se i medici le hanno dovuto comunque asportare lo stomaco.

    L’organo risultava infatti perforato dal miscuglio letale, ma almeno ora Gaby è ancora viva per raccontare l’assurda esperienza. I gestori del pub di Lancaster si sono subito detti ‘tremendamente dispiaciuti‘, ma è stata subito apera un’indagine per capire cosa sia successo davvero e quali siano le cause che hanno portato la fresca 18enne in ospedale d’urgenza alle 11 di sera con gravi difficoltà respiratorie e acuti dolori addominali. Un errore? Forse, o forse un incidente annunciato.

    Il cocktail all’azoto liquido era la vera specialità del locale, che lo pubblicizzava anche via Facebook come il nuovo ritrovato dello sballo alcolico.

    L’azoto liquido negli ultimi tempi è diventato una moda nei ristoranti inglesi, che lo utilizzano per la preparazione di bevande e persino cibi. Si tratta però di un liquido molto pericoloso, tanto che ne viene consigliato l’impiego solo per il congelamento di cibi e liquidi. L’azoto, infatti, se ingerito o inalato in dosi eccessive, può causare gravi ustioni e distruggere i tessuti di bocca, stomaco e gola, mentre il vapore che si crea all’interno dello stomaco può causarne la perforazione.

    E’ proprio quanto accaduto alla giovane inglese, prima vittima (parziale, per fortuna), della moda dei cocktail all’azoto liquido. Gaby è riuscita a sopravvivere, anche se le sue condizioni resta gravi, e ovviamente dopo l’incidente la vendita del cocktail è stata immediatamente sospesa, ma resta da capire quali altre mode pericolose siano di uso comune nei locali notturni e nelle discoteche, anche dalle nostre parti.

    355

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI