Alieno in Siberia: donna conserva corpo nel frigo (foto)

da , il

    Alieni in Siberia non è il titolo di un film di fantascienza di serie Z, ma potrebbe esserlo tranquillamente. Se un tempo il luogo preferito per gli avvistamenti di forme di vita da altri pianeti era l’area del Sud America, negli ultimi mesi sembra proprio che gli Ufo preferiscano le lande gelate per schiantarsi al suolo.

    La storia che vi raccontiamo oggi rientra in quella categoria che negli Stati Uniti chiamano “I Believe”, il che significa che o ci credi e abbassi la tua soglia di verosimiglianza oppure semplicemente ti fai una risata e bolli il tutto come l’ennesimo caso di burla o al massimo suggestione. Il fatto è questo: una donna siberiana di nome Marta Yegorovnam ha confessato di aver conservato un corpo alieno nel suo frigorifero per gli ultimi due anni.

    Il simpatico alieno sarebbe arrivato in Russia con un volo diretto dal suo lontano pianeta da ben due anni, ma solo oggi la donna ha pensato di dover rendere pubblica la situazione, ovviamente offrendo un’intervista al Daily Mail, che pare una vera calamita per personaggi di questo tipo.

    Per non rischiare di essere tacciata come l’ennesima mitomane, la simpatica Marta Yegorovnam ha pensato bene di scattare alcune fotografie da mostrare al mondo. Ecco che vediamo questo ammasso non bene identificato giacere sul ripiano del frigo, tra verdure, piatti e alimenti da consumare. Se escludiamo i problemi igienici dell’avere un cadavere in frigo, viene proprio da chiedersi cosa sia quel coso.

    Potrebbe sembrare un ammasso di carne andato a male ma anche un vegetale in decomposizione. Invece secondo la donna si tratta proprio di un alieno, che lei avrebbe raccolto nel 2009 dopo un incidente avvenuto vicino alla sua casa estiva. Un ritrovamento avvenuto nei pressi della struttura ormai bruciata dell’Ufo precipitato.

    Il cadavere giaceva a pochi metri dalla carcassa, un essere munito di una testa enorme (anche se nella foto in effetti la testa sembra piuttosto piccola), grandi occhi a bulbo. In generale la donna descrive il suo aspetto come un ibrido a metà tra un pesce e un umanoide, con in più un lungo braccio che gli usciva dal corpo.

    Ovviamente ora il cadavere è stato reclamato da un istituto di biologia russo che vorrebbe studiarlo per capire di cosa si tratta effettivamente. Noi vi lasciamo alle foto con un interrogativo di fondo: Ma perché tutti gli alieni decidono di precipitare proprio in Siberia? Non potrebbero venire da noi in Italia, dove fa più caldo?