40 mappe con cui capire il mondo

40 mappe con cui capire il mondo
da in News

    Dare uno sguardo a queste mappe per capire il mondo può essere molto utile per avere, in un solo colpo d’occhio, una spiegazione su alcuni argomenti di stretta attualità. Nella fotogallery in alto potete sfogliare quaranta mappe aggiornate, che vi serviranno a orientarvi in maniera opportuna in temi dibattuti nella cronaca mondiale. Come ad esempio la mappa interattiva della distribuzione di Internet nel mondo, e il suo utilizzo, la diffusione della vegetazione e la desertificazione sempre crescente, con il preoccupante fenomeno della diminuizione delle risorse primarie, come l’acqua potabile. Ma c’è spazio anche per argomenti più leggeri, come la diffusione del sistema di scrittura e il consumo di caffè procapite.

    LA DIFFFUSIONE DI INTERNET NEL MONDO

    Questa mappa interattiva della diffusione di Internet nel mondo è utile per capire chi usufruisce dei servizi inerenti il World Wide Web. Secondo We are social, il 35% della popolazione mondiale è connessa a Internet. Il 26% degli abitanti del pianeta ha almeno un account su un social network. Facebook è quello più utilizzato nel mondo (ma non in Cina). Il 93% della popolazione mondiale si connette con un dispositivo mobile. In Italia, Internet raggiunge oggi il 58% della popolazione, pari a 35 milioni e mezzo di italiani. Sono 97 milioni le SIM attive. Il 42% degli italiani hanno un account sui social network (il preferito è Facebook), con una media di due ore e mezza di attività quotidiana.

    IL CONSUMO DI CAFFE’ PRO CAPITE

    Consumo di caffè pro capite

    La produzione di caffè a livello mondiale si aggira sui 6,8 milioni di tonnellate, ovvero circa 115 milioni di sacchi. Dai paesi produttori vengono esportati tra i 77 e i 92 milioni di sacchi. Il 63-68% di questa produzione è costituita dalla qualità Arabica (di cui il 20-25% Qaturali, mentre il Robusta rappresenta circa il 25/30%). I consumi mondiali pro-capite sono stazionari: tra i 4,404,50 kg. annui. Notevoli le differenze per aree geografiche: kg. 4,20 negli USA, kg. 5,20 nell”area UE. All”interno di questa si oscilla dai kg.

    7,60 per la Germania ai kg. 2,37 del Portogallo. Sempre in Europa si registrano i kg. 11,4 annui in Finlandia, che risulta il paese di maggiore consumo pro-capite. L’Itaia si assesta al quinto posto fra i Paesi importatori e al decimo posto in Europa per consumi pro-capite. Tale dato ha le sue spiegazioni: il caffè è infatti legato quasi esclusivamente al risveglio e al dopo pasto, mentre in altri paesi è la bevanda che accompagna i pasti. Solo in Italia esiste anche uno specifico mercato ‘bar’ (con il 22-23% delle quantità realizza l’80% del valore). Complessivamente il 41% della popolazione italiana adulta consuma l”espresso al bar almeno una volta alla settimana. Nella fascia di età fra i 45 e i 54 anni è la percentuale più alta dei consumatori di caffè: oltre l’80%.

    IL CONSUMO DI ALCOL NEL MONDO

    Mappa del consumo di alcohol

    L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha reso noti i risultati di uno studio condotto nel periodo 2008-2010 a proposito del consumo di alcol procapite nel mondo. All’Europa e all’Asia va la maglia nera: si consumano 10,9 litri di alcol puro a persona in un anno. Meno rispetto alla rilevazione precedente (2003-2005) in cui era stato registrato un consumo record di 12,2 litri per persona, ma comunque più di 4 litri sopra la media mondiale attestata intorno a 6,2 litri di consumo pro capite. Il numero di astemi sul pianeta è circa il 38,3% della popolazione con più di 15 anni, in media i bevitori consumano anche 17 litri di alcol puro ogni anno. Una misura che fa inevitabilmente aumentare le malattie dovute all’abuso di alcol (si parla di cirrosi epatica, cancro e infezioni). La ricerca dell’Oms spiega che nel 2010 i morti per malattie correlate all’abuso di alcol sono stati 3,3 milioni di morti.

    692

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI