Tradimento, le 10 regole della scappatella per non farsi scoprire

Tradimento, le 10 regole della scappatella per non farsi scoprire
da in Rapporti, Sessualità, Tradimento
Ultimo aggiornamento:
    Tradimento, le 10 regole della scappatella per non farsi scoprire

    Tra i buoni propositi per il nuovo anno non sono pochi gli uomini che hanno espresso il desiderio di provare l’ebbrezza del tradimento per la prima volta. Una mossa che presenta rischi evidenti: è facile farsi ‘sgamare’ se non si organizza tutto alla perfezione. In un’epoca di tecnologia onnipresente, inoltre, il tradimento si sta trasformando sempre più in una scienza precisa, con regole da seguire alla lettera onde evitare spiacevoli sorprese. E’ necessario prestare attenzione anche ai dettagli più piccoli, nella vita reale e in quella virtuale. Diciamolo chiaramente: la scappatella perfetta non è alla portata di tutti. Per fortuna c’è chi ha pensato ai meno scaltri, creando un vero e proprio decalogo del traditore perfetto.

    Si tratta di consigli dettati dal buon senso, ma che spesso vengono disattesi, con risultati a dir poco disastrosi. La prossima volta che progettate un incontro con l’amante, date prima uno sguardo a quanto segue.

    Pianificate il ‘quando’: il tradimento va programmato nei minimi dettagli, a partire dal momento. Facile a dirsi, meno a farsi, visto che bisogna tenere conto di diverse variabili, dai propri impegni a quelli della partner di scappatella, passando inevitabilmente per le abitudini e l’agenda della compagna ufficiale.

    Pianificate il ‘dove’: la scelta del luogo è fondamentale. Casa propria è da escludere a priori, anche se è un errore che molti fanno. Casa di lei è già meglio, ma forse la cosa più saggia è optare per un hotel che sia lontano dai luoghi frequentati dalla vostra partner.

    Studiate l’alibi perfetto: programmare significa anche costruire un alibi a prova di bomba, evitando di coinvolgere persone esterne nella vostra scusa, per non dover costruire un pericoloso castello di bugie incrociate.

    Evitate i social network: quando si parla di amanti, dimenticate i social network, che servono per gli amici e si rivelano pericolosi quando si tratta di tradimento.

    Semmai rivolgetevi ai siti dedicati agli incontri extra-coniugali, non dimenticando mai di pulire il pc dopo ogni visita per non lasciare tracce evidenti.

    Evitate le colleghe: progettare una scappatella in ufficio con una collega innalza l’asticella del rischio, quindi sarebbe da evitare. I motivi sono diversi: innanzitutto è bene tradire con una donna che non conosce la vostra reale identità, e poi se qualcosa va storto nel rapporto potrebbe andarci di mezzo la vostra vita professionale.

    Fate attenzione alla tecnologia: così come i social network andrebbero evitati, allo stesso modo bisogna prestare attenzione a come (e quanto) si usano le altre tecnologie, dalla mail alla chat passando per l’inevitabile video o foto inviata via smartphone. Anche perché, mettiamocelo in testa, le donne ci spiano.

    Non usate la carta di credito: meglio usare sempre i contanti quando si esce con la propria amante, per non lasciare tracce di eventuali transazioni sospette e conti al ristorante difficili da giustificare agli occhi della propria partner.

    Stabilite confini invalicabili: fin dal primo incontro bisogna chiarire i limiti del ruolo dell’amante. Le donne possono diventare possessive anche quando vivono la scappatella, quindi mettete in chiaro subito i confini: niente chiamate, niente visite improvvise, niente scenate.

    Tradite fuori dal giro di amicizie: l’abbiamo detto, oggi il miglior modo per iniziare una relazione fuori dal proprio rapporto ufficiale è affidarsi ai siti specifici, che garantiscono vasta scelta e anonimato assoluto. E’ finita l’epoca degli sguardi ammalianti nei bar o al supermercato. Evitate come la peste le donne riconducibili in qualche modo al vostro giro di amicizie.

    Fate sempre sesso sicuro: divertirsi con intelligenza, questo deve essere il motto dell’amante perfetto. Per le sessioni amorose, utilizzare sempre il preservativo, onde evitare malattie o spiacevoli bussate alla porta dopo nove mesi.

    636

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiSessualitàTradimento Ultimo aggiornamento: Martedì 07/01/2014 12:55
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI