Speciale Natale

Testimoni di nozze: lo state facendo nel modo giusto [FOTO]

Testimoni di nozze: lo state facendo nel modo giusto [FOTO]
da in Consigli Amore, Rapporti

    Prima o poi arriva per tutti il momento di essere testimoni di nozze: un fratello, il migliore amico, qualcuno che insomma vi chiederà di svolgere questo delicato ruolo nella cerimonia matrimoniale. Non è così facile fare il testimone di nozze, ci vogliono i requisiti giusti, e non tutti hanno la proverbiale testa sulle spalle: oggi vi proponiamo, in maniera un po’ goliardica, alcuni trucchi per scoprire se lo state facendo nel modo giusto, indicando soprattutto i comportamenti da non tenere. Perché la brutta figura è sempre in agguato.

    In giro per il web troverete sicuramente dei tutorial che vi diranno quali sono i requisiti del bravo testimone di nozze, quanti devono essere alla cerimonia, i suoi compiti, eccetera. Noi non siamo qui per dirvi questo: siam qui per ricordarvi che la festa non è per voi, ma per gli sposi, e quindi i bagordi stile Una notte da leoni li potete riservare alla festa di addio al celibato, sperando che il giorno delle nozze siate abbastanza sobri da ricordarvi di portare le fedi. Perchè uno dei comportamenti tipici del cattivo testimone di nozze è ubriacarsi come se non ci fosse domani, con tutte le moleste conseguenze del caso. Anche provarci con la sposa, o la mamma della sposa, o la nonna (de gustibus non disputandum est…) potrebbe risultare imbarazzante: largo alle amiche e alle cugine, che tanto se sono single sono anche loro lì in cerca di qualcuno con cui accoppiarsi.

    Anche se voi siete allergici al matrimonio, non dovreste consigliare allo sposo di scappare e sfuggire alla trappola del diabolico binomio moglie più suocera, poiché è possibile che sia colto da un attacco di panico e decida di fare dietrofront all’ultimo minuto.

    Durante il ricevimento arriva sempre il momento in cui i testimoni si alzano per raccontare aneddoti sullo sposo: spesso si fa centro con il senso dell’umorismo, ma assicuratevi che la storiella che vi accingete a raccontare sia adatta al momento. Raccontare quella volta che per sbaglio è andato con un travestito o quando ha abusato di sostanze stupefacenti non è il massimo, con il rischio di far venire un coccolone a tutti i parenti degli sposi presenti. Se queste vi sembrano situazioni assurde e al limite, la risposta è solo una: non avete frequentato abbastanza matrimoni per sapere che la catastrofe è sempre in agguato.

    413

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Consigli AmoreRapporti

    Speciale Natale

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI