NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Il reggiseno che si slaccia battendo le mani [FOTO & VIDEO]

Il reggiseno che si slaccia battendo le mani [FOTO & VIDEO]
da in Rapporti, Sessualità
Ultimo aggiornamento:

    Salutiamo il nuovo ritrovato in fatto di intimo, creato dalla fervida mente di Randy Sarafan e soprannominato Clap-off Bra (tecnicamente: reggiseno che si slaccia battendo le mani). Tecnologia e inventiva si uniscono per dare vita a un’idea simpatica ma anche potenzialmente molto imbarazzante. Pensate infatti a una donna che indossa questo capo d’abbigliamento mentre si trova in strada e, per qualche motivo sconosciuto, incroci una o più persone che battono le mani. L’effetto sarebbe immediato: via il reggiseno e imbarazzo immediato.
    Ovviamente la cosa può anche trasformarsi in un giochi per l’intimità della coppia.

    Ma funzionerà davvero? Come molte altre invenzioni geniali e a tratti surreali che riguardano gli indumenti intimi (ricordiamo solo per dovere di cronaca gli slip che si possono mangiare e quelli che si sciolgono nell’acqua), il reggiseno in questione è accompagnato da scetticismo. Eppure la mente che c’è dietro il porgetto è quella di Randy Sarafan, un personaggio molto conosciuto nella comunità dei geek per essere l’autore di 62 Projects to Make with a Dead Computer, un libro che spiegava per filo e per segno come divertirsi sfruttando un vecchio computer per creare invenzioni irresistibili.

    L’idea del clap-bra è venuta all’inventore dopo aver saputo che esisteva da anni in Siria un qualcosa di simile, sfruttato per scopi differenti. Il mistero che avvolge la genesi del progetto è in perfetto stile geek, visto che Sarafan non fornisce ulteriori delucidazioni. Comunque l’idea di base è semplice: il reggiseno, che ha il gancio sul lato anteriore, è fornito di una centralina che memorizza il suono del battito di mani e lo riconosce come comando per sganciare. Piccolo motivo d’orgoglio tricolore: il reggiseno è stato realizzato utilizzando la piattaforma hardware open source Arduino, invenzione tutta italiana.

    Un approccio al reggiseno come solo il prode McGyver avrebbe potuto avere, visto che sfrutta una batteria da 9V, magneti, relays e condensatori. Sul sito dell’autore esiste anche una bella guida completa alla realizzazione, per chi volesse cimentarsi nella costruzione di uno di questi reggiseni fatti in casa. Con tanto di brevissimo video dimostrativo. Perché lo scopo di Sarafan è educare le nuove generazioni, non speculare sulla sua invenzione. Un bell’applauso per la prima lingerie elettronica, prego. Ops…

    383

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN RapportiSessualità
    PIÙ POPOLARI